Quest’isola deve il suo nome alla grande quantità di sale che produce. Fin dai tempi antichi esportava notevoli quantità di sale verso la costa africana e il Brasile.
E’ un’isola piatta, senza rilievi montuosi dotata di spiagge dalla sabbia dorata e spesso battute da forti venti che ne fanno un vero paradiso per i surfisti.
Nell’interno la natura è piuttosto arida e sterile, mentre la punta meridionale presenta paesaggi deliziosi con mare turchese e lunghe, bellissime spiagge. E’ proprio in questa zona che si trovano alcuni tra i migliori Hotels e Villaggi turistici del Paese. Sempre qui nella cittadina di Santa Maria è possibile trovare buoni ristoranti, discoteca, bar moderni destinati per lo più ai turisti, internet points e negozietti vari. Non mancano intrattenimenti musicali in piazza la sera dove si può apprezzare qualche complessino locale che suona musica tipica come Morna e Coladera.
A Santa Maria ci si può imbattere in gelaterie e pizzerie italiane facilmente … infatti qui è insediata una comunità italiana piuttosto numerosa.
Campionati di Surf a livello internazionale sono ospitati in quest’isola ed esistono scuole per principianti e turisti che vogliono cimentarsi con surf, Wind-surf e sport acquatici in generale.
Sal non è grande e in una giornata potete tranquillamente farne il giro turistico affittando un’auto e contrattando una guida. In alternativa, per spostarvi potete utilizzare gli “aluguer” che sono taxi collettivi e con la modica cifra di 1,50 € vi portano dove volete.
La corsa in taxi invece, dall’aeroporto a Santa Maria costa sui 10 €.
L’altra cittadina, dove hanno sede tutti i vari uffici, il Comune e l’Aeroporto Amilcar Cabral, si chiama Espargos e non ha particolari attrattive.
Palmeira è il piccolo porto. Qui potete vedere l’arrivo delle navi e il via vai dei pescatori e fare il giro del paesino facendovi un’idea di come vive la gente del posto.
Altro posto da visitare è Pedra da Lume, sono le saline. Qui trovate oltre alle antiche strutture che servivano per il trasporto del sale, una moderna piccola SPA, dove vi potrete rilassare facendo il bagno nell’acqua salatissima che vi manterrà a galla dandovi una piacevole sensazione, per poi godere dei servizi di abili massaggiatrici.
Fate un salto nella zona desertica sperando di vedere i miraggi ed andate fino a Burracona, dove il mare entra negli anfratti della roccia lavica con altissime ed irruente onde, formando una piscina naturale.
A Sal non ci sono particolari pericoli, solo sarete magari assediati da ragazzini che vi vogliono vendere qualcosa; ma per questa cosa so che il Comune sta prendendo provvedimenti in modo che i turisti non siano infastiditi più di tanto.
Se uscite a piedi di sera, non portate con voi una grossa quantità di denaro, è meglio avere con se solo l’indispensabile per la serata e naturalmente non sfoggiare cose d’oro o orologi costosi. Questa è una precauzione comunque che va presa sempre quando si viaggia e Sal non fa eccezione 🙂
Come in ogni parte del mondo, ci sono zone malfamate … qui si tratta di piccole zone naturalmente, ma non avete bisogno di andarci, non c’è nulla di interessante ed è inutile correre rischi. Per il resto, potete girare liberamente per Santa Maria ed Espargos anche di sera. Troverete parecchio movimento, giovani che si assiepano davanti a discoteche e ritrovi, gente seduta nei bar, gente che semplicemente passeggia, ed anche se foste soli, non avrete difficoltà a trovare compagnia.
Dall’aeroporto A.Cabral. la compagnia TACV realizza parecchi voli interni giornalieri per le isole di Santiago, S:Vicente e Boavista, quattro voli settimanali per S:Nicolau e due voli settimanali per Fogo.
Questa è solo una descrizione a grandi linee dell’isola, ma se avete curiosità o volete approfondire l’argomento, parliamone! 🙂

Annunci