Tanti italiani che sono stufi del nostro Bel Paese, mi chiedono ragguagli sul modo di vita capoverdiano.
Molti sognano di lasciare tutto e trasferirsi in un piccolo paradiso.
Non è difficile farlo, tutto dipende da cosa esattamente vogliamo.
Prima di tutto, è indispensabile venire a vedere di persona, perché a volte quello che per uno è un paradiso, ad un altro può non piacere. Poi bisogna capire di cosa abbiamo bisogno per vivere.
Qui il costo della vita è inferiore all’Italia, ma per viverci bisogna comunque avere un introito sicuro.
Nel caso di un pensionato ad esempio, non ci sono problemi in quanto con una piccola pensione si riesce a vivere abbastanza comodamente. Tenete in conto che mediamente, con 1000 euro al mese ce la fate senza problemi.
Se invece si è giovani sarà più difficile trovare un lavoro. Inoltre, un lavoro dipendente è sottopagato per cui sarà dura guadagnare almeno 1000 euro.
Chi pensa ad un’attività in proprio, ha forse più opportunità. In questo caso bisogna rivolgersi verso le isole con un turismo più incentivato, tipo Sal, Boavista, S.Vicente; E’ un Paese in via di espansione, quindi mancano molte cose.
Le isole meno progredite, tipo SNicolau, Maio, S:Antao ecc, hanno carenze in diversi settori. Un esempio?
Se vivi a SNicolau ed hai bisogno di un paio di occhiali … non li trovi. Devi andare su un’altra isola per comprarli o farli fare. Un tecnico informatico in gamba? Non c’è, ma anche su altre isole pare scarseggino. Ossia, magari ci sono ma la professionalità è sempre scadente, in tutti i campi.
Ecco che un giovane che volesse intraprendere un’attività di questo tipo, potrebbe lavorare bene. Il problema è: quanti clienti paganti può trovare un tecnico informatico (per esempio) in un’isola come S.Nicolau? Gli darà da vivere bene questa attività? Sicuramente tra qualche anno sarà un’attività vantaggiosa, al momento, potrebbe funzionare, ma su scala ridotta, ossia, non saranno molti i clienti perché i capoverdiani non guadagnano molto e non possono spendere in cose che non siano di primaria importanza.
C’è già però chi può, tutto sta a vedere se uno si accontenta di iniziare un’attività guadagnando poco, pensando in un futuro migliore che sicuramente arriverà.
Se siete giovani ma potete fare a meno dei centri commerciali, dei cinema, dei pub, di tanti ammennicoli imposti dal consumismo, se vi divertite anche con grigliate in spiaggia, discoteche vecchio stampo, feste di paese …. allora può essere il vostro posto 🙂
Se siete pensionati e volete ringiovanire, stare sempre al calduccio, rapportarvi con gente più giovane e sempre allegra … allora può essere il vostro posto!!

Annunci