L’isola dove il tempo sembra essersi fermato, dove si può ancora apprezzare la vera Capoverde.
Anticamente fu soggetta a continui attacchi dei pirati, per questo motivo la gente iniziò ad insediarsi nell’interno, dando vita a quello che ora è il capoluogo,Ribeira Brava. Mentre, sempre a scopo difensivo venne costruito all’inizio del 19° secolo, un forte sula costa a Preguiça; in questo modo l’isola iniziò a fiorire e la popolazione crebbe costantemente.
S.Nicolau non è stata destinata al turismo di massa e proprio per questo motivo, offre un’esperienza davvero unica per i visitatori.
L’isola presenta paesaggi molto differenti tra loro: dalle montagne imponenti inframmezzate da ridenti e verdi vallate, ai rilievi neri di rocce laviche dall’aspetto quasi lunare, alle colline rosse e brulle che si coprono di erba verde solo durante le piogge, fino ad arrivare alla costa, con le sue spiagge di sabbia vulcanica nera.
Il picco più alto dell’isola è il Monte Gordo (1304 mt), parco nazionale che offre una quantità di sentieri per fare piacevoli camminate tra la ricchissima flora, godendo di vedute mozzafiato.
A S.Nicolau ci sono tantissimi posti panoramici ed altrettanti piccoli ma vitali paesini da visitare. Essendo molto vive le tradizioni, in ogni villaggio sarà facilissimo trovare feste dedicate a questo o quel santo, dove gli abitanti del luogo cucinano per le strade, gustosi piatti locali su fuochi di legna, mentre da tutta l’isola arriva gente per partecipare alla festa che si protrae per più giorni ed anima il paese con musica, balli, giochi e quant’altro.
In vari villaggi di montagna si produce il Grogue, che è un distillato della canna da zucchero molto apprezzato da tutti i capoverdiani (e non). Interessante visitare qualche “trabiche” dove si distilla questa bevanda con metodi ancora antichissimi.
Durante queste gite, ci si può fermare a mangiare in trattorie familiari e gustare cibi esclusivamente di produzione locale, dalla carne di capretto e di maiale, ai polli ruspanti, alle verdure coltivate senza aggiunte di veleni di sorta 🙂
Ribeira Brava è il capoluogo, una cittadina di coloratissime casette, situata in una verde vallata, fiancheggiata da imponenti monti. E’ il centro dove si può trovare un po di tutto, dove c’è il mercato comunale, l’ospedale, tutti gli uffici pubblici e così via.
Preguiça è il paese dove sorgeva il forte e dove è ancora possibile vedere i ruderi ed i cannoni rivolti verso il mare, ma oltre a questo no offre particolari attrattive.
Tarrafal, il porto dell’isola è una cittadina molto vitale e festaiola, adagiata sulla grande baia con le sue lunghe spiagge scure e riparata dal vento grazie alla catena montuosa alle sue spalle.
A Tarrafal c’è una nutrita comunità di pescatori ed anche uno scatolificio del tonno. Viene inoltre praticata la pesca sportiva, parecchi appassionati di questo sport arrivano da ogni parte del mondo per praticare la pesca al marlin e divertirsi con la pesca di enormi ricciole ed altre varietà di grossi pesci di cui questo mare è ricco.
L’aeroporto è situato nella zona di Preguiça, a poca distanza da Ribeira Brava e a circa 30 Km da Tarrafal. Di qui è possibile trovare voli nazionali con frequenza diaria, che collegano perlopiù all’isola di Sal, da dove si può avere coincidenza per le altre isole.
Via mare, l’isola è collegata con São Vicente, Boavista e Sal, anche se non c’è molto da fidarsi per gli orari ed è difficile fare prenotazioni.
Non esistono grandi alberghi ne villaggi turistici, se amate sostare nelle piccole pensioni o affittare comodi appartamentini, potrete sicuramente godere di una vacanza non banale, qualcosa di diverso dove potrete abbinare escursioni in mare, vita di spiaggia e percorsi montani.
Non è difficile affittare un’auto o farvi accompagnare da un conduttore locale a visitare tanti posti che vale la pena conoscere. Gli itinerari sono molti e interessanti, le feste e le riunioni conviviali con la gente del posto sempre presenti. Non vi annoierete a S.Nicolau ed avrete la sensazione di essere tornati indietro nel tempo, quando mancavano forse tante cose, ma si viveva in modo rilassato e si sapeva ancora godere di divertimenti semplici ed apprezzare le bellezze naturali.
Non esistono pericoli per i turisti e potrete girare liberamente a piedi, in macchina, in quad o in bicicletta, andando dove vi pare.
Se volete una vacanza diversa, se vi piace divertirvi ma non volete la ressa dei posti raccomandati dai tour operator, allora S.Nicolau è la vostra isola!!!!

Annunci