Stavo leggendo un articolo sul giornale “Expresso das Ilhas”, che mi lascia perplessa!!
Il Ministero per l’Agricoltura, insieme alla FAO (Nazioni unite per Agricoltura e alimentazione), ha varato un progetto da attuarsi sull’isola di Maio.

Si tratta di coltivazioni di ortaggi e granaglie che avverrebbe in grandi serre, dove le piante non vengono piantate in terra, ma esclusivamente nell’acqua tramite un impianto di apposite tubature.
La FAO dice che questo metodo permetterà ai coltivatori di produrre un prodotto di buona qualità, in quanto esente da pesticidi, visto che la coltivazione in acqua addizionata di nutritivi vari ed in serra, terrebbe lontani insetti e piaghe varie.


L’agricoltore che beneficerebbe di questo progetto, deve avere un suo terreno, metterci l’acqua e anche quasi il 50% del costo delle infrastrutture!!!!

Il Ministro dell’agricoltura ha esortato gli agricoltori ad aderire al progetto che secondo lui è vantaggioso ed i beneficiari avranno l’appoggio di un tecnico che gli insegnerà tutto il sistema di coltura.

Io non me ne intendo affatto, ma stavo pensando: Idrocoltura in un’isola come Maio? Dove la prendono l’acqua? Forse desalinizzata?
Contadino che si accolla il 50% dei costi? Non credo ce ne siano molti in circolazione!
Con tutto quello che ci sarebbe bisogno di fare su queste isole … proprio l’idrocoltura vanno a tirar fuori??? 🙂
Mi piacerebbe sentire come la pensate in proposito.

A questo indirizzo potete leggere l’articolo:
http://www.expressodasilhas.sapo.cv/pt/noticias/go/maio–ministerio-de-desenvolvimento-rural-pretende-introduzir-sistema-de-hidroponia-na-ilha

Annunci