Prendo spunto da numerose e-mail che ricevo, per parlare delle possibilità di lavoro in queste isole.
Diversi ragazzi e ragazze si trovano ora in difficoltà in Italia per i motivi che tutti ben conosciamo e avrebbero una gran voglia di “cambiare aria” per così dire 🙂

Vediamo: per prima cosa il mio consiglio è quello di prendersi una vacanza abbastanza lunga, che permetta di stare un po’ di tempo, conoscere più di u’isola, guardarsi attorno e cercare di capire prima di tutto se piace il posto e se ci si trova proprio agio. non dimentichiamoci che non tutti abbiamo gli stessi gusti ed è diverso scegliere un posto per farci dieci giorni di vacanza e sceglierlo invece per venirci ad abitare e lavorare.

2) – se si pensa di trasferirsi per lavoro, è necessario avere almeno un’infarinatura di portoghese, altrimenti sarà dura capire e farci capire.

3) – se si cerca un lavoro dipendente sarà indispensabile restare su isole come Santiago, Sao Vicente, Sal o Bovista in quanto sono le più progredite per così dire … Sono le isole dove il turismo è stato maggiormente impulsato e quindi si può pensare che qui sia meno difficile trovare impiego nel campo turistico per esempio. C’è da tener presente che gli stipendi sono piuttosto bassi e non sempre servono per vivere, perché di contro, gli affitti per esempio non è che siano regalati, neppure la luce e l’acqua … ma poi, tutto dipende da come ci accontentiamo di vivere.

4) – un’attività in proprio: si potrebbe fare di tutto, in quanto mancano tantissime cose, dal commercio, alla ristorazione, al campo tecnologico, impianti civili, costruzione edile ecc ecc. Il problema è: si è disposti ad iniziare un’attività sapendo che non avremo da subito un grande riscontro, ma si tratterà di aspettare magari qualche anno? Se si hanno le spalle coperte e si ha la possibilità di cavarsela con poco, parecchie attività ingraneranno, perché il progresso non si ferma; bisogna vedere quanto siamo in grado di aspettare, lottando per farcela.

Poi dipende sempre tutto da come siamo fatti noi. Un giovane che non ha grandi pretese ma sogna di cambiare vita, qui se la può cavare con poco e riesce a vivere, proprio come fanno i capoverdiani, ma quanti hanno ancora questo spirito di avventura? 🙂

Inviterei tante persone che mi scrivono privatamente, ad esprimere i loro dubbi e fare le loro domande, così come inviterei chi ha già esperienze in merito, a dire la sua dando consigli e pareri.

grazie a tutti

Annunci