Con il nuovo anno sono entrati in vigore tutti i famigerati aumenti previsti dal bilancio preventivo tanto discusso ma alla fine comunque approvato.
Quindi via all’astronomico aumento delle tasse sul turismo, incluso il visto che passa da 25 euro a 56 … e via anche agli aumenti di iva,acqua, luce, trasporti pubblici ecc.ecc.
Non si tratta di ritocchi o piccoli aumenti, ci sono servizi e tasse che sono aumentati addirittura del 300%.

Gli italiani diranno che in Italia è anche peggio ed è vero, ma qui stiamo parlando di questo posto, dove il reddito pro-capite è irrisorio e dove la maggioranza degli abitanti non lavora.

In un articolo apparso oggi sul giornale “A Semana”, il presidente dell’Associazione per la Difesa dei Consumatori, invita il popolo ad unirsi e protestare contro questi aumenti che secondo lui renderanno la vita dei capoverdiani appartenenti alla classe media e quelli decisamente poveri, che sono molti, un vero inferno.

Dice che già ora, tante famiglie sono alla fame e questi aumenti provocheranno un aumento della delinquenza perché tanti che non ce la faranno più, si dedicheranno a furti e quant’altro per sopravvivere.

Antonio Silva, si rivolge anche ai governanti, precisando che non è giusto stordire la gente con feste e partite di calcio per distrarli da cose ben più importanti per loro. I capoverdiani, aggiunge il presidente, non possono e non devono sottostare a una dittatura economica e finanziaria aspettando una soluzione proprio da quelli che li stanno pregiudicando.

Parole dure del presidente dell’ADECO, che non ha torto sicuramente in quanto è vero che gli aumenti sono eccessivi ed è anche vero che si fa di tutto per parlare solo di calcio e di feste varie, ma a che serve dire ora queste cose? Era forse prima, quando il bilancio preventivo non era ancora approvato che bisognava farsi sentire, ed in ogni caso, anche se l’opposizione non era d’accordo, la maggioranza avrebbe ugualmente approvato i nuovi provvedimenti, quindi? La solita storia!!!

E stiamo qui a vedere un Paese che sta prendendo le stesse strade che altri hanno già intrapreso con risultati deleteri per le popolazioni e siamo impotenti!!!

Indirizzo articolo: http://www.asemana.publ.cv/spip.php?article83593&ak=1

Annunci