La Pasqua a Capo Verde, malgrado sia un paese a grande maggioranza cattolico, non è un importante avvenimento liturgico, ma più che altro è un periodo di 3 giorni di feste assolutamente pagane.
C’è naturalmente chi va in chiesa la domenica mattina, ma qui non esistono le nostre tradizioni tipo la visita ai sepolcri e neppure il venerdì santo è considerato giorno di penitenza.
Al contrario, il venerdì santo è giorno di festa, ossia non si lavora e si da inizio ai festeggiamenti di Pasqua, che consistono in genere in grigliate, cene in famiglia e con amici e avvenimenti musicali e danzanti in qualche locale o all’aperto.
Nel’isola di S.Antao per esempio apre i festeggiamenti domani un gruppo musicale che si chiama Cordas do Sol che è un complesso che qui va per la maggiore; Il municipio ha organizzato una fiera di prodotti agricoli, artigianali e della pesca, in concomitanza con l’intrattenimento musicale che si protrarrà fino alla sera di Pasqua e vedrà coinvolti cantanti e musicisti tra i più gettonati del Paese.
Ci sarà festa comunque in tutte le isole a partire da domani e chi ama ballare, ascoltare musica tradizionale e non, assaggiare tutte le specialità nazionali, abboffarsi di spiedini di maiale e pollo e fare abbondanti libagioni di grog, non avrà che da scegliere a quale festa partecipare 🙂
Per contro, lunedì non è festivo, vai a sapere perché, visto che mi par di ricordare che il lunedì di Pasqua è festivo, in ricordo dell’incontro dell’Angelo con le donne che arrivarono al sepolcro … mentre il venerdì è lutto stretto per la morte di Cristo …
Ma che importano i miei ricordi di catechismo? Tanto qui la religione gliel’hanno imposta e loro se la gestiscono come gli pare 🙂
Buona Pasqua a tutti!!!

http://www.expressodasilhas.sapo.cv/cultura/item/35878-santo-ant%C3%A3o-cordas-de-sol-e-eclips-nas-festas-da-p%C3%A1scoa-no-tarrafal-de-monte-trigo

Annunci