Al via questa sera il Festival Musicale di S.Nicolau.
Si tratta ormai della settima edizione ed è l’evento forse più eclatante di tutto l’anno. Arriva gente da ogni altra isola e per l’occasione persino i trasporti marittimi funzionano!!!
Questa mattina si poteva benissimo notare un grande movimento di gente, soprattutto giovani che sono arrivati a frotte per questa occasione.
La grande spiaggia prossima al centro del paese, Praia d’Tedja, ospita un enorme palco attrezzato con luci, fari e quant’altro, mentre ai bordi sono sistemati diversi gazebo dove vengono allestiti i vari baretti per la ristorazione.
Ora è pomeriggio, ma la spiaggia è già piena di gente e ci sono gruppi locali che suonano, mentre si inizia a spandere l’aroma delle griglie e cominciano a girare le bottiglie di birra e grog.
E’ un colpo d’occhio piacevolmente colorato e molto animato, che raggiungerà il suo apice in tarda serata, quando sul palco inizieranno ad avvicendarsi gli artisti capoverdiani famosi
Il programma prevede diversi complessi e cantanti dediti al genere Zouk, che forse è quello che va per la maggiore tra i giovani, ma anche affermati cantanti di Morna, Coladera e varia musica tradizionale.
Ricordo di aver assistito un paio d’anni fa, all’esibizione di un gruppo dove due violinisti in età avanzata, facevano veramente miracoli con lo strumento.
Il Festival dura due notti, ma in realtà anche durante il giorno non si smette di suonare, a parte una pausa di qualche ora in mattinata. Nel pomeriggio sono anche previste attività ludiche per intrattenere i bambini che ovviamente passano l’intera giornata in spiaggia 🙂
Una cosa che può sembrare particolare, è l’usanza di portarsi in spiaggia un qualche telo o lenzuolo, che verrà steso ad una certa ora sulla sabbia e servirà per far si che intere famiglie, compreso bimbi molto piccoli, possano sdraiarsi e schiacciare un pisolino durante la nottata. Uno potrebbe pensare che sia più semplice tornare a casa e dormire qualche ora per poi magari tornare … ma non funziona così, loro riescono a dormire anche a pochi metri dal palco, con il frastuono di batteria e chitarre elettriche, ma non abbandonano la spiaggia finché non è tutto ma proprio tutto finito!!
Un evento particolare e certamente interessante anche per i turisti, che possono in quest’occasione mescolarsi alla gente del posto, ascoltare la loro musica e divertirsi in maniera diversa dal loro solito.
Tutta la Polizia dell’isola è mobilitata per il servizio d’ordine e questo è certamente un bene, perché purtroppo quando l’alcool inizia a girare a fiumi, può capitare di tutto. Però devo dire che, almeno qui a Tarrafal, il Festival si è sempre svolto nella massima tranquillità,allegria e sicurezza.
Se qualcuno è curioso di ascoltare i vari tipi di musica, nel link qui sotto può trovare i nomi dei vari artisti e cercandoli in Youtube, avrà a disposizione diversi brani.

http://www.anacao.cv/index.php/destaque/5466-tarrafal-de-sao-nicolau-com-dois-dias-de-festival

Annunci