2c49d47a0322bc499d88110a232843c2

Anche qui, domani inizia il nuovo anno scolastico per la scuola primaria e superiore.
A Capo Verde esiste la scuola dell’obbligo fino a 15 anni, per cui praticamente tutti i ragazzini frequentano la scuola.
Secondo la Fondazione di Azione Sociale per la Scuola, ben il 50% degli alunni della scuola primaria, necessitano di aiuto da parte dello Stato per potersi presentare a scuola con almeno l’essenziale per iniziare le lezioni.
Quest’anno la Fondazione distribuisce 40.000 (quarantamila) Kit-scuola ai più bisognosi. Un numero impressionante, che sta a testimoniare quali sono le reali condizioni di vita delle famiglie capoverdiane, grazie alla mancanza di lavoro ed al marasma in cui si trova l’economia nazionale.
Ma uno zainetto, un paio di libri e qualche quaderno, serviranno giusto per iniziare, non coprono certo le spese di tutto il materiale che sarà necessario durante l’anno, e neppure la spesa per le uniformi (obbligatorie), anche quella per la ginnastica …
L’aiuto è certamente benvenuto, ma non serve a risolvere il grande problema di fondo, infatti a detta della stessa Fondazione, gran parte dei bambini vivono in condizioni molto disagiate e non usufruiscono di un’alimentazione ed un’igiene adeguati.
Aggiungo che la scuola non è gratuita, alle primarie pagano un’iscrizione di 1.500 ECV (14 €) per ogni bambino. Può sembrare una cifra irrisoria, ma teniamo presente che ogni famiglia ha in genere almeno 5 o 6 figli, quasi mai c’è un padre presente, e la madre si arrabatta vendendo verdure o frutta per la strada, oppure facendo lavoretti vari …. Per questa gente la sola cifra necessaria per l’iscrizione, è tantissimo!!!
La spesa per la scuola è altissima se paragonata ai guadagni reali delle famiglie, eppure tutti a scuola … e il meglio è alle superiori: l’unica scuola è il liceo che è una scuola preparatoria non certo paragonabile al nostro liceo, ma diciamo come una scuola media più completa. Questa è l’unica chance, non c’è una scuola professionale ad esempio, dove poter imparare magari un mestiere, senza dover studiare fino a 18 anni.
Questo Paese sta mandando a scuola migliaia di giovani che tra qualche anno, in possesso di un diploma, non sapranno cosa farsene in quanto sarà molto difficile trovare un’impiego. Ce ne sono già parecchi in giro, a ciondolare tutto il giorno, non essendo in grado di fare alcun lavoro manuale e non volendolo neanche imparare, perché si sentono molto importanti avendo ottenuto un diploma 😦
E anche per oggi, dall'”ultimo Paradiso” è tutto 🙂

http://www.expressodasilhas.sapo.cv/nacional/item/39773-esta-cada-vez-mais-dificil-por-um-filho-na-escola-pais-e-encarregados-de-educacao
http://www.caboverdedirecto.com/index.php?option=com_content&view=article&id=3522%3Aaulas-comecam-hoje-mais-de-50-por-cento-dos-alunos-do-ensino-basico-precisam-de-ajuda-do-estado&catid=13&Itemid=102

Annunci