Questo è un video di denuncia. Una protesta contro il lavoro che svolgono queste donne che vengono chiamate “Donne del Mare”, in quanto lavorano sulle spiagge per raccogliere la sabbia, che viene acquistata per essere utilizzata nell’edilizia.
La prima cosa che fa notare il video, è la condizione di queste donne, che fanno un lavoro pesantissimo, tutto il giorno sotto il sole cocente trasportando carichi di sabbia. Un lavoro usurante, non adatto sicuramente ad una donna, che provoca dolori di schiena e problemi vari di salute.
Poi c’è la questione ambientale, anche questa molto importante perché le spiagge a forza di portare via sabbia, andranno scomparendo.
Nel video si dice che è una questione grave, da non sottovalutare e che è urgente prendere dei provvedimenti.
Anche qui a Tarrafal ci sono le donne che fanno quel lavoro, le vedo ogni giorno perché vanno qui vicino a casa mia e raccolgono la ghiaia; ho visto da vicino quanto pesante sia quel lavoro e mi auguro veramente che scompaia a breve termine. Anche se poi penso: se non potessero più farlo? Di cosa vivrebbero? Che altro lavoro potrebbero mai procurarsi? 😦
Tra l’altro la sabbia di mare non è adatta per l’edilizia perché è salata e costruendo con cemento impastato con questa sabbia, si corre il rischio di veder crollare i muri nel giro di pochi anni …
Io ho fatto un po’ una sintesi perché il filmato non è in Portoghese ma in un criol abbastanza stretto e impossibile da capire per chi non vive qui da tempo, ma le immagini sono comunque eloquenti.

Annunci