Ho trovato un articoletto, che mi ha fatto letteralmente rotolare dal ridere 🙂
Dunque, risulta che a Sal, la Ministra delle Infrastrutture ed Economia Marittima, è intervenuta in una bella cerimonia, durante la quale ha consegnato ai rappresentanti dell’ASA (Aeroporti e Sicurezza Aerea di CV), un Certificato che attesta la Qualità e Sicurezza del loro lavoro.
Qualcuno si chiederà perché mi ha fatto ridere … ecco, è che io qui ci vivo già da un po di tempo e posso assicurare che la Qualità in questo campo non esiste proprio. Innumerevoli volte mi sono personalmente scontrata con voli cancellati senza giustificazioni, mancanza assoluta di informazioni da parte del personale aeroportuale, frequenti ritardi negli orari mai comunicati, uffici della compagnia aerea nazionale chiusi,
personale irreperibile, negozi in aeroporto sempre chiusi e chi più ne ha più ne metta. Tutti questi disguidi si presentano spesso e non sono la sola ad averne subito le conseguenze ma conosco un sacco di persone che ci sono passate, incluso amici e famigliari.
Comunque, la Ministra ha spiegato che questo certificato è solo un primo passo, si fa e si farà il possibile per raggiungere presto livelli qualitativi mondialmente competitivi!!!
Per intanto si sono comperati questo bel certificato dalla APCER che è un’impresa portoghese che si propone come aiuto per la formazione di personale tecnico e commerciale, e segue tutti gli iter che portano a raggiungere gli obiettivi delle certificazioni per le imprese tipo ISO per intenderci.
Naturalmente la Apcer non è un ente benefico, per cui avrà i suoi bei costi.
Io faccio davvero fatica a volte a capirla questa gente; con tutti i problemi che hanno, con la mancanza cronica di denaro che il Governo lamenta incessantemente …. continuano a fare questi teatrini che comportano spese e non apporteranno niente.
Se invece di blaterare di raggiungere livelli competitivi mondiali, cominciassimo con il far funzionare un pochino meglio nel nostro piccolo questi aeroporti. Non credo ci sia bisogno di competere con il La Guardia di New York … basterebbe organizzarsi solo un minimo per accontentare i viaggiatori e già sarebbe un buon risultato di cui andare fieri. No, non è così, i capoverdiani adorano mettersi sempre a livello dell’Europa e dell’America e sono convinti pare, che le cerimonie, dalle innumerevoli pose di prime pietre, alla consegna di pomposi certificati, gli garantiscano di essere i migliori!!!
Intanto che aspetto la conferma del mio volo per la prossima settimana, sperando che il personale TACV dell’isola di S.Nicolau riesca a raggiungere l’aeroporto il giorno in cui devo partire (è già capitato che il volo venisse cancellato, il personale non andasse neanche all’aeroporto perché sapeva della cancellazione, mentre i viaggiatori che non erano stati informati si sono sparati qualche oretta ad aspettare per niente) … vado a vedermi la partita, così mi dimentico almeno per un po’ di quanto altamente competitivo sia il Paese in cui vivo!! 🙂

http://www.oceanpress.info/index.php/Pt/economia/item/2528-cabo-verde-quer-se-afirmar-ao-nivel-global-na-qualidade-do-seu-setor-empresarial

Annunci