Come ho già detto a S.Nicolau non c’è gran turismo, in genere qui ci vengono gli appassionati di pesca e quelli a cui piace fare il trekking. Ci sono poi quelli che vengono per svernare oppure per fare la vacanza lunga con la famiglia perché apprezzano la tranquillità e le bellezze del posto.
Francesi, olandesi e italiani quindi, non mancano di fare la capatina su quest’isola. Purtroppo da una notizia di un paio di giorni fa, devo constatare che noi italiani sappiamo sempre farci riconoscere … e per fortuna sono casi e non si tratta della normalità!!
Il Comune di Tarrafal, insieme alla Unitel (telecomunicazioni), ha recentemente piazzato in ogni quartiere un cartellone identificativo che reca il nome storico della zona. Questa cosa è stata fatta in occasione delle festività del Municipio ed è stata pensata perché non vada persa l’abitudine antica di identificare con nomi particolari tutti i vari quartieri. Qui non ci sono i nomi delle vie per ora, ed è usuale dire per esempio: “tizio abita in Amarel Pintado, oppure in Compedrada ecc ecc”
Bene, qualche notte fa un paio di ragazzi locali in compagnia di una italiana che si trova qui in ferie, hanno pensato di impiastrare di stupide scritte uno dei nuovi tabelloni … una ragazzata certo, cose che capitano dappertutto, ma io mi chiedo com’è che ad una ragazza italiana qui in vacanza possa venire in mente di passare il tempo insudiciando e rovinando cose che non le appartengono e che sono di pubblica utilità …
Critichiamo a volte i locali per la scarsa educazione, l’incuria e la mancanza di senso civico ma, dobbiamo proprio essere noi italiani a dare questo tipo di esempi?
A volte c’è giustizia comunque, perché malgrado fosse tarda notte, i tre sono stati visti all’opera e diversi testimoni hanno fatto si che fosse possibile identificarli e fermarli.
Portati al posto di polizia, davanti all’evidenza delle testimonianze, hanno confessato la malefatta ed ora dovranno risarcire al Comune il costo della creazione ed installazione di un nuovo cartellone 🙂
Forse si sarà divertita un mondo la nostra connazionale, ma non so se le avrà fatto tanto piacere finire sul giornale fotografata con i suoi “complici” 🙂 Inoltre credo che l’intera somma del risarcimento sarà proprio lei a doverla tirar fuori, perché gli altri sicuramente non avranno un centesimo in tasca ….

http://cmtsn.cv/pt/index.php/27-noticias-em-destaque/271-identificados-autores-que-vandalizaram-placa-de-identificacao-de-compedrada

Annunci