??????????
Sono rientrata a Cabo da pochi giorni e dando un’occhiata alla stampa locale ho visto che Boavista ha raggiunto il picco massimo dei turisti, surclassando Sal.
I turisti che sono arrivati in maggior numero sembrano essere gli inglesi e la permanenza media è di 8 giorni.
In effetti devo dire che io ho dovuto fermarmi un giorno a Sal tornando dall’Italia ed ho potuto constatare di persona che i turisti in giro erano veramente pochi.
Non avevo prenotato nessun hotel perché avrei dovuto ripartire il giorno stesso, ma come di consueto il volo interno da Sal a S.Nicolau era stato cancellato … così ho dovuto cercare dove dormire. Nel primo hotel dove mi sono rivolta ho trovato subito posto ed era quasi completamente vuoto.
Facendo poi due chiacchiere con la proprietaria di un bar e quella di un negozio di souvenirs, ho saputo che sono stati ben magri gli affari dei mesi di luglio e agosto.
Che dire? Tanti villaggi turistici, tanti hotels, tante pensioni … e quattro gatti in giro. Sarà la famosa crisi di cui tanto si parla, ma c’è anche da dire che forse Sal non offre un’accoglienza di grande livello … In aeroporto era tutto chiuso, neanche un negozietto aperto e nel bar alle 8 di mattina non c’era neanche una briciola da mangiare; in albergo mancava l’acqua e quando è arrivata era di color marrone scuro. Nei villaggi turistici certamente il livello sarà migliore, ma comunque all’arrivo, si ha una leggera impressione di squallore generale.
Spero che Boavista sia in grado di mantenere nel tempo e anzi migliorare servizi ed accoglienza che si è guadagnata con l’aeroporto internazionale.
Per quanto riguarda me personalmente comunque, sono ben contenta di aver scelto per viverci l’isola di Sao Nicolau, dove di turisti non ce ne sono quasi, dove non c’è villaggio turistico e neppure albergo, dove la gente non si aspetta di fare grandi affari ma vive tranquilla 🙂

Annunci