Ho avuto notizia di persone che avendo già il biglietto prenotato e pagato da tempo, hanno deciso di rinunciare al viaggio a Capo Verde in novembre perché spaventati dal virus dell’Ebola.
Cerchiamo di chiarire alcune cose. In Italia e nel Web, si legge e si sente di tutto e di più su questo virus. Informazione caotica e spesso non vera; molti articoli sono costruiti ad hoc per creare il panico. Ultimamente addirittura un video che tutti stanno facendo girare sui social networks che incolpa gli USA di aver creato il virus stesso per servirsene come arma batteriologica … anche questo è un falso!!
Qui in Africa se ne parla molto meno, a Capo Verde gli articoli che girano riguardano solo le misure di prevenzione e sicurezza che il Paese ha adottato e non si fa allarmismo di sorta. Sarà perché in Africa la gente muore molto di più perché colpita da tantissimi virus?
Fa impressione sentir dire che sono morte migliaia di persone in pochi mesi per colpa dell’Ebola, ma molte di più ne sono morte per la malaria, per il dengue, febbre gialla, colera, encefalite … la lista è lunga eppure nessuno al momento di viaggiare a CV si preoccupa di queste malattie. Ora grazie all’enorme informazione/disinformazione si è venuto a creare questo stato di allarme generale a riguardo di questo virus.
Non si può dire con certezza cosa ci sia dietro a tutto questo allarmismo, interessi legati a case farmaceutiche per la diffusione a livello mondiale di nuovi vaccini? oppure interessi legati all’invio di truppe militari allo scopo di avere il controllo su paesi che detengono petrolio e diamanti in quantità? Non lo sappiamo e può certo anche essere così, ma non ci sono certezze.
Quello che si sa per certo è che i Paesi dove esiste il virus sono: Liberia, Guinea Conakry, Sierra Leone;.
A Capo Verde non possono entrare persone di questi paesi oppure gente che vi è stata di passaggio ed ha proseguito il suo viaggio. Negli aeroporti internazionali capoverdiani, fermano ed isolano chi abbia questa provenienza oppure sia anche solo sospettato. Nei porti, quando ci sono persone imbarcate su navi in arrivo con provenienza dai suddetti paesi, si effettuano le stesse operazioni e non entra nessuno. Qualche tempo fa, una nave cinese che aveva fatto scalo in Liberia, è stata messa in quarantena e tenuta ferma al largo per vedere se si sarebbe manifestato qualche caso e solo dopo il periodo di quarantena è stata autorizzata all’attracco. Voglio anche ricordare che questo Paese è formato esclusivamente da isole, quindi impossibile entrare via terra da nessuna parte!
Non ci sono certamente misure di questo genere per prevenire il colera ad esempio, che pur avendo un vaccino, causa ogni anno parecchie morti e quindi sarebbe molto più facile contrarre questo virus anziché l’Ebola ….
Per concludere direi che non è da sottovalutare l’esistenza in Paesi africani di questo nuovo virus, certamente non è consigliabile recarsi ora nei Paesi dei focolai attivi, ma per quanto riguarda un viaggio a Capo Verde si può stare assolutamente tranquilli.
Salite su un aereo in Italia e scendete a Capo Verde direttamente, non passate da nessun paese africano e non correte rischi di sorta.
Ricordatevi anche che Capo Verde pur essendo un Paese africano, è un posto molto salubre, dal clima secco e asciutto, molto ventilato, non presenta i vari gravi problemi di sanità che si riscontrano in molti altri Paesi africani … qui la gente campa a lungo grazie a Dio e infatti non si sta neanche preoccupando più di tanto per tutto questo putiferio che si è scatenato in altri posti.

Annunci