Nel primo semestre del 2014 solo sull’isola di Fogo sono stati segnalati 22 casi di abuso sessuale. Bisogna comunque sapere che questi fatti non si verificano solo a Fogo ma in tutte le isole e quelli riportati nell’articolo sono i casi che sono stati segnalati, ma ne esisteranno molti di più che non vengono mai denunciati.
Questi abusi si verificano quasi sempre in famiglia. L’ultimo di cui si ha notizia riguarda una ragazza diciassettenne che si ritrova incinta ed il colpevole è il padre.
Per noi è una cosa abominevole, ma per questa popolazione non è poi così strano; tantissime sono le case in cui abitano molte persone che dormono anche in dieci in una sola camera, oppure sul terrazzo. E’ quindi facile capire come in simile promiscuità tra bambini, padri, madri, zii, fratelli e cugini vari possano accadere episodi del genere. I bimbi crescono in questa promiscuità, dove nessuno gode della minima privacy e per loro diventa normale fare con il fratello o il cugino le stesse cose che da sempre hanno visto fare ai più grandi … Quando poi c’è anche un padre in queste “famiglie”, non si discute perché lui è il padrone e si fa quel che dice.
Ci sono in giro parecchie ragazze giovanissime e con bimbi piccoli, che se gli chiedi chi sia il padre, quasi sempre ti rispondono: “sta in Olanda, oppure in Portogallo” e intanto loro continuano a vivere nella stessa casa dove sono cresciute … il padre chissà chi sarà?
Queste ragazze si aggrappano alla speranza di trovare uno straniero che le porti via oppure le faccia star meglio e loro non fanno distinzioni tra giovani e vecchi e accettano qualunque cosa. Ecco perché gli ultra sessantenni che tanto girano per Capo Verde hanno vita semplice con queste ragazzette e vivono l’illusione di aver trovato la donna giovanissima che si è innamorata di loro, mentre (secondo loro) “aiutano” lei e i suoi bambini.
Non lo sanno neanche cosa sia l’amore queste piccole donne, sanno solo che i maschi fanno quello che vogliono e quindi meglio uno che abbia qualcosa da dargli in cambio.
Intanto qualcuno ha iniziato a denunciare gli abusi sessuali; si tratta quasi sempre di qualche vicino pettegolo o di qualche nemico, perché la madre che pure è al corrente, o la ragazza stessa, non lo farebbero mai.
Non è un problema circoscritto a Capo Verde, si verifica in tantissimi paesi africani ed asiatici e fa parte della mentalità e delle consuetudini di questi posti. Vedremo se Capo Verde che si dichiara tanto avanti rispetto al resto dell’Africa, tanto europeizzata, riuscirà a far qualcosa al riguardo. Per intanto posso solo dire che la prostituzione minorile è in aumento e sicuramente è legata anche questa, a quella certa mentalità …

http://jsn.com.cv/index.php/destaquejsn/2105-abuso-sexual-casos-de-violacao-contra-menores-disparam-na-ilha-do-fogo

Annunci