E come previsto, anche a Boa Vista sono arrivati gli imprenditori italiani.
Un gruppo di italiani, in seguito ad un gemellaggio effettuato lo scorso mese con un comune del modenese, sono arrivati sull’isola con una quantità di progetti.
Mica roba da poco, questa gente ha intenzione di investire a Boa Vista nelle aree di: turismo, arti, imprenditoria e gastronomia, sport, pesca, agricoltura, allevamento bestiame, educazione e salute. 🙂
Il fiore all’occhiello dovrebbe essere una clinica privata ben attrezzata, ma particolare interesse sembra avere anche l’agricoltura … E io stavo pensando che visto l’alto grado di fertilità dell’isola delle dune, sarà uno scherzetto far nascere fattorie modello come funghi per tutta l’isola 🙂
Per non tralasciare nulla, l’allegra comitiva ha pensato anche ad un progetto per la salute dei cani e per questo motivo è presente anche un rappresentante dell’associazione “Qua la Zampa”.
In seguito a tutti questi bei progetti chissà come miglioreranno le condizioni di vita dei capoverdiani di Boa Vista!
Intanto naturalmente si godono anche questa vacanza,e visto che le spese di viaggio e permanenza saranno sicuramente a carico dei vari Comuni potranno farlo in tutta tranquillità.
Bene, dopo questa interessante visita, penso che Boa Vista non abbia più da preoccuparsi di nulla, ci penseranno gli italiani a sistemare tutto e trasformarla in un vero gioiello. A Sal ci hanno pensato i bresciani, qui sono arrivati i romagnoli 🙂
Meno male che ci sono gli italiani, che farebbe Capo Verde senza di loro?
Forse a qualcuno può apparire troppo “scettico” il mio atteggiamento, e quindi spiego che sarei davvero ben contenta che l’equipe arrivata dall’Italia fosse seriamente intenzionata a contribuire all’evoluzione di quest’isola e riuscisse a creare un progetto valido che servisse ad apportare una qualche miglioria alla qualità della vita, non degli italiani che ci abitano, ma della popolazione indigena. Purtroppo conoscendo ormai bene questi posti ed avendo visto cosa hanno fatto gli imprenditori italiani, non posso che essere dubbiosa. Non dimentichiamoci che Boa Vista, fino a ieri sconosciuta ai più, ora è nel mirino del mondo occidentale grazie al lancio turistico, ed ecco che si crea automaticamente l’interesse di tanti che fiutano il lucro ….
Voglio augurarmi e soprattutto augurare a quest’isola che così non sia e che almeno uno di questi progetti possa essere realizzato al meglio, resta il fatto che secondo me sono davvero tanti i progetti e questo non mi fa ben sperare.
Auguri Boa Vista!!!

http://asemana.sapo.cv/spip.php?article104282&ak=1

Annunci