10612565_858215287522630_8101037590886197110_n
Tanti dall’Italia accarezzano il sogno di trasferirsi a Capo Verde; questa è la storia di una donna italiana che è riuscita a realizzare quel sogno.

Giusy, stava a Torino e dopo essersi separata dal marito come purtroppo a molti accade, si diede da fare per crescere l’unico figlio e lavorò sempre nell’ambito della ristorazione e degli alberghi.
Non era certo facile la vita in Italia per una donna che doveva fare da madre e padre al tempo stesso, lavorando duramente per non far mancare nulla al figlio e dargli un’adeguata istruzione, ma Giusy non è un tipo che si lascia scoraggiare e ce la mise tutta, riuscendo nel suo intento. Purtroppo iniziò ad un certo punto a sentirsi la crisi e il lavoro iniziava a scarseggiare, in più varie vicissitudini della vita portarono Giusy ad una vera e propria crisi esistenziale e ne andò di mezzo anche la sua salute.
Il figlio era ormai grande e Giusy stremata ed amareggiata, decise di accettare l’invito di un parente e concedersi una vacanza a Sao Vicente dove lui aveva una pensione, con l’intenzione di rimettersi in salute e godere finalmente di un po’ di relax. 549147_351511548256766_727076843_n

Arrivata a Capo Verde si innamorò subito del posto. Le piacque la cittadina di Mindelo con i suoi contrasti, la natura incontaminata e la gente semplice ed allegra.
Il cugino che l’aveva invitata, gestiva già da qualche anno la sua pensione “Casa Comba”, insieme alla moglie capoverdiana però adesso era intenzionato a tornare in Italia dove aveva piacere di far studiare i suoi figli. Le fece quindi la proposta di rilevare una parte dell’attività ed incaricarsi lei della gestione.
Giusy promise che ci avrebbe pensato e tornò in Italia con la testa piena di sogni. Si vedeva già a Mindelo, lavorando per sistemare la pensione al meglio, pensava ai dettagli, calcolava tutto quel che avrebbe dovuto fare perché la cosa funzionasse e intanto si dibatteva tra il suo sogno e il modo di realizzarlo.
Raccolse tutte le sue forze, questo sogno le diede la forza di uscire dalla sua forma depressiva e riuscì a racimolare il necessario per trasformarlo in realtà. Il figlio ormai adulto faceva la sua vita e quindi niente alla fine la obbligava a rimanere in Italia; vendette tutto quello che aveva e un bel giorno prese i suoi due gatti e se ne andò a Sao Vicente.
1452076_715832431760917_1085821813_n 994311_659567230720771_1129720499_n

Pian piano iniziò ad inserirsi nel suo nuovo mondo, apprese i primi rudimenti della lingua per essere in grado di capire la gente e farsi capire a sua volta, trovò due ragazze alle quali propose un lavoro nella pensione e che ancora stanno con lei, Caurina (divenuta il suo braccio destro) e Titina che aiuta in tutto.
Tutta femminile quindi la gestione di Casa Comba; Giusy si occupa personalmente di ricevere e sistemare i clienti e preparare le colazioni; procura lavoro ai capoverdiani indirizzando i suoi clienti a fare tour per l’isola trasportati e guidati da ragazzi del posto, è in grado di dare qualsiasi informazione sulla città di Mindelo e sull’isola e a volte mette addirittura a disposizione la propria vettura e se stessa, accompagnando qualcuno in qualche escursione. 542197_661159903894837_555486037_n

Lei è una donna dolcissima e socievole ed ha trasformato Casa Comba in un luogo accogliente e piacevole, dove si gode di atmosfera familiare e tranquillità. Dal 2011 ad oggi Giusy è riuscita a fare molto; la sua attività che svolge con passione e competenza sta funzionando bene e non sono pochi i turisti che ritornano per un’altra vacanza essendosi trovati a loro agio e ben serviti. Non sono solo stranieri i clienti di Casa Comba, ci sono parecchi capoverdiani che viaggiano per lavoro e si fermano qualche giorno in attesa del prossimo volo o della prossima nave e ci sono anche quelli che sono emigrati e vengono a passare una vacanza ogni tanto.
295027_447894318554731_571598197_n

306194_447891768554986_1251053614_n
Capo Verde ha dato a questa donna l’opportunità di uscire da un periodo nero, qui Giusy è rinata, ha ritrovato la vera se stessa e si è realizzata. Questo è stato il premio per aver trovato il coraggio di uscire da sola da quello che ormai le sembrava un baratro e, non è facile trovarlo quel coraggio!!!
Complimenti Giusy e auguri per un futuro sempre migliore che ti meriti tutto!!

Annunci