Ed ecco un altro dei tantissimi “progetti” che è andato a farsi benedire!
Nel 2009 fu creata a Praia (la capitale) una scuola tecnica di “Affari e Tecnologia” e fu un evento in quanto scuole tecniche o professionali praticamente non ne esistono.
Ad oggi, la scuola è frequentata solo da 20 alunni che stanno facendo formazione per le energie rinnovabili ed il Direttore ha dichiarato che si attenderà che finisca il corso in atto, dopo di che la scuola dovrà chiudere.
Tutto il materiale tecnico ed informatico necessario arriva ovviamente dall’estero e fin dall’inizio i responsabili della scuola hanno sborsato grandi cifre per lo sdoganamento, quindi, anche se il materiale in arrivo è donato, le tasse doganali rendono impossibile ritirare la merce.
La richiesta di esenzione inoltrata non è stata accolta e quindi non potendo più far fronte alle spese e non potendo ritirare più alcun materiale, hanno deciso di chiudere e invieranno le strutture ed i materiali esistenti, per un altro Paese africano.
La scuola era stata creata con i soliti “fondi” in arrivo da non si sa bene quale Paese, e gli alunni sono anch’essi beneficiari, in quanto la loro retta viene pagata dal medesimo fondo. Ultimamente però la cifra inviata è stata dimezzata, anche perché parecchi di quelli che erano iscritti inizialmente si sono ritirati dai corsi.
Peccato, perché se una cosa manca a Capo Verde, è proprio la scuola professionale, quella che insegna un mestiere, e questa poteva essere una grande opportunità.
Per concludere … siamo di fronte al solito progetto finanziato che non riesce a decollare. Ne ho sentiti e visti a centinaia di questi progetti ed ho sempre dovuto constatare che una volta che gli organizzatori stranieri se ne vanno e lasciano le cose in mano ai capoverdiani … nel giro di poco tempo il progetto che pareva ben avviato, misteriosamente fallisce.
Sarebbe davvero interessante poter fare una stima di tutti i capitali che entrano come donazioni e finanziamenti vari in questo Paese …. so che sono veramente tanti e mi chiedo come mai continuino ad arrivare malgrado siano palesi gli scarsi risultati.
Invece di adoperarsi per cogliere le opportunità e sfruttarle a proprio favore, si rovina tutto mettendo in atto una gestione sbagliata e il governo, sempre presente a tagliare nastri e posare targhe di inaugurazioni, poi sparisce e non dà appoggio alcuno.
Ok, siamo a Capo Verde, continuiamo a mandare i figli al “liceo” e dopo teniamoceli in casa sdraiati sul divano perché non sanno fare niente …. fantastico!!!!:-)

http://www.oceanpress.info/index.php/Pt/economia/item/20140-escola-de-negocios-e-tecnologia-de-cabo-verde-podera-ser-transferida-para-outro-pais

Annunci