IMG_20160117_091651
Si dice che il livello di civiltà di un popolo si misura in base a come vengono trattati gli animali. In questo senso purtroppo Capo Verde non sfiora neppure la “civiltà” in quanto è possibile vedere orde di cani e gatti randagi che invadono le strade e le spiagge, frugando nei cassonetti e strappando i sacchi dei rifiuti spargendo immondizia per ogni dove. Sono animali affamati e pieni di zecche che possono contagiare anche gli umani e sicuramente li infastidiscono sulle spiagge e durante le passeggiate. Cosa fanno i Comuni capoverdiani per arginare questo problema? La soluzione che va per la maggiore è avvelenare i cani con la stricnina (che tra l’altro provoca una morte lenta e dolorosa). Molto spesso vengono addirittura gettati bocconi intrisi di veleno per le strade, rischiando che vengano toccati o raccolti dai numerosi bambini che per le strade praticamente ci vivono …
immagine-017 IMG_20160117_091602
Sull’isola di Sao Vicente però sono arrivati gli angeli degli animali!!!
SI MA BO è una ONG per la cura e la protezione degli animali e dell’ambiente.
Il loro obbiettivo è quello di soccorrere e curare cani e gatti randagi, spesso vittime di incidente stradali, offrendo loro ricovero sicuro e cure specifiche e antiparassitarie e provvedendo alla sterilizzazione in modo da arrivare a ridurre drasticamente il randagismo o comunque arginarlo in modo significativo.
IMG_20160117_091631 IMG_20160117_091551
SI MA BO dispone della valida opera di un esperto veterinario capoverdiano, il Dott. Guillherme OLiveira che ha già effettuato migliaia di sterilizzazioni con successo e che grazie alla sua passione per il suo lavoro e per gli animali, spesso si ritrova a lavorare per mesi senza essere pagato, in quanto la ONG si sostiene grazie alle donazioni e agli aiuti che le vengono offerti dall’Europa sotto forma di cibo per animali e medicinali. Si avvalgono inoltre di veterinari europei che vengono periodicamente a prestare la loro opera come volontari, per collaborare ad un progetto valido ed importante.

1557588_1161433847207861_6227177791744438053_n sarna_veterinario_cura_cane_simabo
Non solo i cani randagi vengono curati, ma chiunque può portare il proprio animale per visite, cure o interventi. Tutto è offerto praticamente in modo gratuito, infatti basta fare la tessera di socio che costa 12 Euro l’anno e si ha diritto alla sterilizzazione, trattamento antiparassitario e assistenza per due cani. Questo lo si fa pensando che molta gente a Capo Verde magari ama tenere un animale da compagnia, ma non ha le possibilità economiche per portarlo da un veterinario privato.
patinhas_mindelo_sao_vicente_simabo_cucciolo
Silvia, la fondatrice della ONG, insieme al marito Paolo, affrontano una impressionante mole di lavoro e si adoperano anche per cercare di insegnare ai capoverdiani la giusta maniera di rapportarsi con i loro animali da compagnia. Non sono rari i casi in cui questa gente adotta un cane o un gatto, per tenerlo poi chiuso su un terrazzo sotto il sole, oppure per mandarlo fuori dalla porta, facendo in modo che anche questi animali che hanno un padrone, alla fine vanno ad ingrossare le file dei randagi …
Dispongono di una piccola “clinica” per le visite e le operazioni dove lavorano i veterinari, l’infermiera e due persone addette alla segreteria e alle cartelle cliniche e di un rifugio per ospitare i cani ritirati dalla strada, dove possono rimanere per riprendersi dopo le cure e dove rimangono in attesa di adozione. Nei giorni scorsi erano presenti 90 cani nel rifugio e sinceramente curarli, sfamarli tenerli puliti, richiede un grosso lavoro e una spesa non indifferente. SIMABO dispone inoltre di un gattile con 25 gatti (oltre ai 10 che vivono in ufficio), allestito all’interno dell’ostello con 4 stanze in cui SIMABO offre ospitalità ai viaggiatori “fai da te” che durante le loro vacanze vogliono contribuire direttamente a un progetto di sviluppo locale.
Devo dire di aver notato a Mindelo molte persone a spasso con i loro cani al guinzaglio, questo vuol dire che la campagna di educazione ha effetti positivi, perché io che vivo a Sao Nicolau, vedo che i proprietari di cani se ne vanno in giro con il cane dietro che ogni tanto si perde mischiandosi con i vari randagi … Magari fosse possibile avere anche sulle altre isole un servizio così efficiente ed importante.
Silvia non demorde e si da fare coinvolgendo la popolazione locale in incontri informativi presso la sua sede ma anche nelle scuole attraverso iniziative pubbliche e programmi di informazione sui media locali.
dsc05312
IMG_20160117_091432
L’importanza del servizio che l’associazione presta alla popolazione di Sao Vicente è stato riconosciuto anche dall‘Ambasciata di Capo Verde a Roma, che concede i visti gratuiti per i volontari che partecipano al progetto.
Si ma bô è stata accreditata tra i progetti presso cui i laureandi in veterinaria dell’università di Torino possono svolgere le 100 ore di attività pratica. Inoltre è inserita in un progetto dell’Istituto di Parassitologia della Facoltà di Veterinaria dell’Università di Torino che investiga sulla trasmissibilità della rogna all’uomo.
L’Associazione è alla continua ricerca di volontari veterinari e non che possano prestare il loro aiuto. Chi fosse interessato può contattare Silvia scrivendo a info@simabo.org.

https://www.facebook.com/silvia.simabo.3?fref=ts
https://www.facebook.com/simabo.org/
https://www.facebook.com/simabo.org/

Annunci