Il Direttore Sanitario Nazionale, Tómas Valdés, ha esternato in questi giorni il suo malcontento a riguardo del problema dei medici legali.
In tutta Capo Verde ci sono attualmente solo tre medici legali e devono servire per tutte le isole. Veramente poco se si tiene in conto che ultimamente sono moltissimi i casi di morti per omicidi o assalti (soprattutto a Praia e Sao Vicente), senza contare incidenti vari e morti per cause naturali che però presentano dubbi. In tutti questi casi si fa intervenire il medico legale ed essendo pochi quelli a disposizione, e anche dovendo sempre affrontare il problema trasporti che lascia molto a desiderare tra un’isola e l’altra, risulta che spesso i morti devono aspettare molti giorni nella cella frigorifera prima di poter effettuare l’autopsia ed essere consegnati alla famiglia per il funerale.
Inutile dire che questa situazione crea parecchio malcontento tra la gente nonché una maggiorazione di spesa in quanto le celle frigorifere hanno un costo.
Il Dott. Tomás Valdés, spiega che sarebbero appena sufficienti almeno 5 medici legali tanto per cominciare. Il problema è che tra i giovani capoverdiani laureati in medicina, non sembra esserci nessuno disposto a prendere la specializzazione in questa materia; specializzazione che andrebbe fatta ovviamente all’estero.
Questo è un altro dei problemi che andranno affrontati ed andiamo ad aggiungerlo a tutti gli altri che ci sono nel settore sanità. Ma anche nel settore scuola, perché per lauree serie è ancora necessario andare fuori dal Paese e pochi sono quelli che possono affrontare la spesa …

http://anacao.cv/2016/03/02/so-ha-tres-medicos-legistas-quando-o-minimo-deveria-ser-cinco-tomas-valdez/

Annunci