autocarros-panoNel febbraio del 2014 scrissi un articolo in merito al Turismo in Bus Panoramico, poiché nasceva un’impresa di proprietà portoghese, che si occupava di effettuare giri turistici su bellissimi Bus panoramici attrezzati con cuffie per la traduzione e di guide esperte.
E’ stata una bella iniziativa e per un paio d’anni sulle isole di Santiago, Sao Vicente e Sal i turisti hanno avuto modo di usufruire di questo servizio.
Purtroppo ora l’attività dell’impresa Cabo Verde Island Tours è stata sospesa a tempo indeterminato. Cosa è successo?
A detta del responsabile dell’impresa, non si riesce a caricare turisti a sufficienza per coprire le spese, in quanto esiste una forte concorrenza di conducenti privati che vanno direttamente al porto all’arrivo delle navi da crociera, oppure si mettono d’accordo con gli albergatori per essere chiamati a prendere i vari turisti.
L’idea dei bus panoramici, era nata proprio perché il trasporto dei turisti avveniva con questi mezzi privati, senza guide esperte e con conducenti in grado di esprimersi solo in criol e solo qualche volta in portoghese.
Ora l’impresa non riuscendo a rientrare del debito inizialmente contratto con la banca, si vede costretta a fermarsi.
Purtroppo non avevano fatto i conti con l’organizzazione capoverdiana 🙂 Sono tantissimi i mezzi privati che si dedicano al trasporto di turisti, questi taxi collettivi o “aluguer”, pagano per avere una licenza e quindi sono in diritto di svolgere il loro lavoro. Il fatto è che sono troppi e che sono abituati a sgomitare tra di loro e accordarsi in via amichevole con albergatori o gestori di residence; anche se in effetti non sono in grado di offrire un buon servizio in quanto non possiedono alcun tipo di formazione come guide turistiche oppure hanno fatto piccoli corsi organizzati a CV, ma non parlano le lingue, questi ragazzi si guadagnano il pane quotidiano correndo al porto e cercando di acchiappare più clienti possibile. Nelle varie strutture ricettive poi, c’è personale capoverdiano che sicuramente cerca sempre di favorire i connazionali e gli amici, piuttosto che un’impresa straniera ….
Malgrado le proteste del responsabile di Cabo Verde Island Tour, la ATC (Autorità Turistica Centrale) si schiera dalla parte dei conducenti privati e di conseguenza ecco che abbiamo perso un ottimo servizio turistico.
E’ difficile: da una parte è giusto che i capoverdiani possano lavorare, dall’altra è un peccato perdere questa impresa perché in effetti dava un servizio ottimo ed ha fatto un investimento non trascurabile con i bellissimi autobus panoramici attrezzati.
Questo tipo di problemi non si verificherebbero se il Governo capoverdiano provvedesse a dare una qualche organizzazione al settore trasporti pubblici, mettendo i proprietari di taxi collettivi in grado di ottenere una buona formazione; se i giovani si decidessero a studiare le lingue e ad interessarsi della loro storia, delle loro tradizioni e del loro territorio. In questo caso sarebbero in grado di effettuarlo loro un buon servizio, non avrebbero bisogno di stranieri e guadagnerebbero di più, ma purtroppo manca la voglia di migliorarsi a livello personale, e a livello governativo esistono grandi lacune organizzative e gestionali.
Mi rendo conto che come sempre, sto a parlare di un progetto che doveva essere un enorme successo e che invece finisce in nulla, quanti ne abbiamo visti? Troppi decisamente!! Continuiamo a sperare in un futuro migliore …

http://www.expressodasilhas.sapo.cv/economia/item/48312-atc-classifica-de-falsa-questao-as-razoes-apresentadas-para-fim-do-projecto-cabo-verde-island-tours

https://africaisole.wordpress.com/2014/02/03/capo-verde-turismo-in-bus-panoramico/

Annunci