Archive for ottobre, 2016


Abbiamo ormai capito che ci affidiamo completamente ai cinesi per il progresso del piccolo Paese di Capo Verde.
Non è una cattiva idea, visto che la Cina sa sicuramente progettare e lavorare bene a quanto pare e continua a cancellare i debiti contratti da Capo Verde con loro e a fare nuove e cospique donazioni.
L’ultimo accordo con la Cina è il contratto firmato oggi, con la Huawei Technologies, che doterà l’arcipelago di un moderno sistema di gestione della sicurezza urbana; progetto con un costo preventivato di 20 milioni di dollari.
L’installazione avverrà nel 2017 e prevede la posa di video-telecamere di sorveglianza nei maggiori centri di ogni isola, un centro di comando e un centro di controllo per tutti gli enti che operano nell’area della sicurezza, tipo Polizia Nazionale e Municipale.
Ultimamente, soprattutto nella capitale del Paese si verificano diversi atti criminosi e vandalici ed anche nei centri più tranquilli, sono in aumento i furti e gli assalti.
E’ una realtà ancora molto tranquilla se la paragoniamo alle città ed ai centri turistici europei, ma in ogni caso è giusto arginare il fenomeno provvedendo ad una migliore sorveglianza.
Tutto bene quindi e diciamo grazie Cina 🙂 ma, la mia domanda è: Riusciranno i nostri eroi a gestire, far funzionare correttamente, riparare eventuali guasti una volta che il progetto sarà partito e le apparecchiature elettroniche installate???
La formazione del personale sarà il solito corso di una settimana tipo quello realizzato per i tecnici della nuova centrale elettrica, che poi non funziona perché non sono in grado di affrontare i problemi che si presentano? Oppure la Huawei provvederà a formare del personale capoverdiano come si conviene?
Magari i cinesi verranno direttamente loro a lavorarci 🙂 tanto ormai si sentono perfettamente a loro agio ed in casa propria su queste isole!

Cabo verde assina acordo com a Huawei Technologies de cerca de 20 milhões de dólares para a implementação de “Cidades Seguras”

daefbc1bf712b1b21859c1615087271b_xl
Ieri i cittadini capoverdiani hanno votato per eleggere il Presidente della Repubblica.
Come da prevsioni è stato rieletto il Presidente attualmete in carica JORGE CARLOS DE ALMEIDA FONSECA che ha vinto con larga maggioranza su tutte le isole, anche se si è verificata un’astensione direi quuasi prreoccupante che ha superato il 60%.
Jorge Carlos Fonseca è un Presidente molto amato e molto vicino alla gente. Congratulazioni a lui e buon lavoro!!!

Da circa due anni esiste un accordo tra il Governo capoverdiano e la Compagnia Aerea Binter (Spagna) secondo il quale la Binter mette a disposizione aerei, equipaggi e tecnici, e si impegna a fare tutti i collegamenti tra le isole.
C’è già da tempo nel Paese una sede della compagnia spagnola e la flotta che verrà impiegata prende il nome di “Binter Capo Verde” perché passerà ad essere a tutti gli effetti un distaccameto della Binter che funzionerà come Compagnia Aerea Nazionale Capoverdiana.
Nell’ultimo anno ci sono state moltissime dichiarazionni secondo le quali si dava inizio ai voli; la Direzione della Bintter ha più volte spiegato che loro erano pronti, che si trattava solo di attendere l’emissione di un ultimo documento per entrare in funzione. Così di mese in mese si è tirato avanti sperando che Capo Verde si decidesse a inoltrare questo benedetto permesso di volo, con la speranza di assitere in breve ad un miglioramento dei trasporti interni.
Ma a Capo Verde sono maestri nell’arte di tirar tardi …
Ieri finalmente Binter ha fatto il suo primo volo “di assaggio” tra Praia-Sal e S.Vicente. Aspettate ad esultare!!! si è trattato solo di un test e l’aereo aveva a bordo solo l’equipaggio, senza passeggeri.
Perché mai verrebbe da chiedersi? Binter è una compagnia europea molto ben quotata che da tanti anni vola in parrecchi Paesi del mondo, anche a Capo Verde atterra da tempo collegando le Canarie a queste nostre isole, inoltre dispone di personale ben addestrato e con esperienza, compreso il personale tecnico che si occupa della manutenzione per garantire il perfetto funzinamento delle aeronavi.
Però l’Aeronautica Civile capoverdiana, che dispone di una sola compagnia nazionale con al suo attivo un paio di vecchi aerei, pretende che questo aereo e tutto il suo equipaggio siano sottoposti a test sul campo, prima di rilasciare il certificato di aeronavigabilità e la licenza di volo per piloti ed asistenti …
Il problema è: quanto tempo ci metteranno ora per rilasciare il certificato??? Chi conosce le abilità gestionali e la flemma capoverdiane, non può che mettersi le mani nei capelli.
Speriamo che si tratti questa volta di un’operazione breve, ma al momento non posso ancora dare la notizia dell’inizio delle operazioni tanto attese, in quanto in realtà Binter non ha ancora potuto iniziare il servizio.

La richiesta della residenza a Capo Verde, è una delle cose che più interessano perché da tempo ricevo richieste di informazioni in proposito. Bene, finalmente sono in grado di passarvi informazioni precise, che arrivano direttamene dalla DEF (direzione stranieri e frontiere). La nuova legge sull’immigrazione è entrata in vigore nel novembre del 2014, ma fino allo scorso anno i vari Comandi di Polizia avevano ancora le vecchie liste di documenti e in realtà la nuova legge non veniva applicata. Ora sono cambiate le cose ed i controlli si sono fatti più attenti, quindi è necessario munirsi di pazienza e provvedere alla presentazione di tutta la documentazione in regola.
Molto più semplice da ottenere è la richiesta di residenza per chi è pensionato, ma di questo avevamo già parlato e trovate qui sul sito la lista dei documenti necessari. (lo trovate nella sezione “le vostre domande il 18 aprile 2016)
Eccoci quindi alla lista documenti per chi non è in pensione ma vuole comunque trasferirsi a Capo Verde:
RICHIESTA AUTORIZZAZIONE DI RESIDENZA

1) -Richiesta indirizzata al Sig. Direttore della Polizia Nazionale di Praia
2) -Formulario di richiesta di Autorizzazione Residenza debitamente compilato
3) -Documento da cui risulti che si dispone dei mezzi economici di sussistenza. (Es: contratto di lavoro oppure per chi svolge un’attività in proprio: un certificato di Società oppure di Prestazione di Servizi o Dichiarazione di Inizio Attività e quindi Situazione Fiscale presso gli uffici della Finanza CV.)
4) -Iscrizione all’INPS Capo Verde
5) -Estratto Conto bancario recente e Dichiarazione della Banca con Saldo medio annuale.
6) -NIF – Numero di Identificazione Fiscale di CV.
7) -Attestato della Camara Municipal dal quale risulti che si vive effettivamente in quel Comune.
8) -Certificato Penale rilasciato in Italia.
9) -Certificato dei Carichi Pendenti rilasciato in Italia.
10)- Passaporto con Visto Temporaneo valido.
11) – Attestato Medico comprovante il buono stato di salute.
12)- Certificato Internazionale di Vaccinazione.
13) -Certificato di “Cadastro Policial” da richiedere alla Polizia di Capo Verde e alla Polizia Giudiziaria sempre capoverdiana.
14) -Documento comprovante le condizioni di alloggio. Es: Certificato della Casa di Proprietà, o Contratto di Affitto.
15) -Tre Fotografie
I documenti rilasciati dalle autorità italiane, vanno debitamente tradotti in portoghese presso Ambasciata o Consolati capoverdiani.
Per inoltrare la richiesta di residenza, bisogna essere in possesso di un visto temporaneo valido.

La legge sull’immigrazione è la seguente: Lei n.º 66/VIII/2014, potete vederla anche sul Boletim Oficial de Cabo Verde (in internet) che è un po’ la nostra Gaazzetta Ufficiale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: