Abbiamo ormai capito che ci affidiamo completamente ai cinesi per il progresso del piccolo Paese di Capo Verde.
Non è una cattiva idea, visto che la Cina sa sicuramente progettare e lavorare bene a quanto pare e continua a cancellare i debiti contratti da Capo Verde con loro e a fare nuove e cospique donazioni.
L’ultimo accordo con la Cina è il contratto firmato oggi, con la Huawei Technologies, che doterà l’arcipelago di un moderno sistema di gestione della sicurezza urbana; progetto con un costo preventivato di 20 milioni di dollari.
L’installazione avverrà nel 2017 e prevede la posa di video-telecamere di sorveglianza nei maggiori centri di ogni isola, un centro di comando e un centro di controllo per tutti gli enti che operano nell’area della sicurezza, tipo Polizia Nazionale e Municipale.
Ultimamente, soprattutto nella capitale del Paese si verificano diversi atti criminosi e vandalici ed anche nei centri più tranquilli, sono in aumento i furti e gli assalti.
E’ una realtà ancora molto tranquilla se la paragoniamo alle città ed ai centri turistici europei, ma in ogni caso è giusto arginare il fenomeno provvedendo ad una migliore sorveglianza.
Tutto bene quindi e diciamo grazie Cina 🙂 ma, la mia domanda è: Riusciranno i nostri eroi a gestire, far funzionare correttamente, riparare eventuali guasti una volta che il progetto sarà partito e le apparecchiature elettroniche installate???
La formazione del personale sarà il solito corso di una settimana tipo quello realizzato per i tecnici della nuova centrale elettrica, che poi non funziona perché non sono in grado di affrontare i problemi che si presentano? Oppure la Huawei provvederà a formare del personale capoverdiano come si conviene?
Magari i cinesi verranno direttamente loro a lavorarci 🙂 tanto ormai si sentono perfettamente a loro agio ed in casa propria su queste isole!

Cabo verde assina acordo com a Huawei Technologies de cerca de 20 milhões de dólares para a implementação de “Cidades Seguras”

Advertisements