Archive for agosto, 2018


Dormire in strada davanti all’agenzia della Binter sperando di riuscire ad accaparrarsi un biglietto la mattina presto …

Questo sta succedendo a Praia, dove parecchie persone devono rientrare sull’isola di Boa Vista, ma non riescono a procurarsi un passaggio.

Non ci sono al momento navi disponibili per questa tratta (cosa che succede spessissimo) e quindi l’unica opzione rimane il biglietto aereo, che pur se assurdamente caro, è introvabile.

Gente che è andata da Boa a Praia per fare delle visite mediche, oppure chi è andato per un funerale, o chi per questioni di documenti; Praia è la capitale e spesso è necessario recarvisi visto che quasi tutto si deve fare li non essendoci modo di farlo su altre isole che sono super mal servite in ogni campo. Se si è riusciti a partire però, non si ha la certezza di quando si tornerà … chi rischia di perdere il lavoro perché si sta assentando da più di 9 giorni, chi non ha dove abitare a Praia e neppure ha possibilità economiche per cercare sistemazioni decenti, gente allo sbando e lasciata a se stessa!

La foto parla da sola e la pubblicità della Compagnia pure … Un nuovo modo di volare CV … Un bel modo davvero. E una nave che facesse qualche collegamento decente? NADA!!!

Anche questo è Capo Verde

passageiros-relento

Annunci

aviao-2

In seguito ai problemi che riguardano l’evacuazione di chi necessita di cure urgenti o si trova in condizioni gravi di salute e deve raggiungere un ospedale attrezzato su un’altra isola, dopo le molteplici segnalazioni e proteste dei cittadini e dopo anche qualche tragico incidente … pare che il Governo si sia deciso a darsi da fare per risolvere la situazione.

Risulta che sia previsto per fine anno, l’acquisto di due aerei “CASA” (aerei da trasporto leggero),  da adibire all’evacuazione.  L’acquisto sarà perfezionato presso l’Impresa portoghese Sevenair, con la quale, fin da ora si è fatto anche un contratto di affitto per un’aeronave Jet Stream 32, che è  già arrivata nel Paese e, completa di personale portoghese è a disposizione per le operazioni che si rendessero necessarie.

Questo aereo resterà a disposizione fino all’avvenuto atto di acquisto dei due aerei definitivi, le cui operazioni saranno gestite da Guardia Costiera, Ministero Salute, Inps e due assicurazioni private.

Apprezziamo lo sforzo del Governo centrale per questo intervento e ci auguriamo al tempo stesso che si riesca presto a metter mano all’organizzazione di ospedali e posti salute,  molti dei quali versano in condizioni davvero assurde.

 

https://jornaleconomico.sapo.pt/noticias/aviao-jetstream-32-da-sevenair-ja-chegou-a-cabo-verde-348428

SONY DSC

L’isola di Brava, quella di cui si parla meno, quella forse meno conosciuta, una piccola perla diversa dalle sue sorelle capoverdiane.

Un gioiellino fatto di verde e di fiori, percorsi gradevoli in una splendida natura, da dove si può godere di spettacolari panorami che abbracciano montagna, valli verdi e oceano meraviglioso. Non è l’isola per i fissati della vita di spiaggia, ma è l’isola per chi ama scoprire, camminare, respirare serenità e conoscere un angolo di Capo Verde decisamente particolare.

Poco turistica ovviamente proprio perché adatta ad un turismo da intenditori, offre comunque ai visitatori ottime sistemazioni in pensioncine e alberghi lindi e confortevoli, nonché la possibilità di gustare tutte le specialità del posto in gradevoli anche se semplici trattorie o ristorantini.

E’ detta anche l’isola dei fiori, dato che il particolare microclima di cui dispone fa si che le piante siano rigogliose e che anche in mezzo ai camminamenti rocciosi spuntino coloratissimi fiori.

Se vi viene voglia di una vacanza diversa o se vi recate in vacanza a Fogo o Santiago, non potete perdervi questo posticino assolutamente.

Vi lascio il link ad una pagina FB dove troverete più informazioni e contatti pe l’Isola di Brava. l’ultimo bastione di Capo Verde!!!

https://web.facebook.com/bravaislandaccommodation/?modal=admin_todo_tour&ref=notif&notif_id=1535230264631778&notif_t=page_invite

binter01_08_09_2016g

E’ ufficiale la notizia che dal prossimo settembre la Compagnia Aerea Binter mette a disposizione due voli settimanali da Sal a S.Nicolau e viceversa.

Ottimo per chi in arrivo dall’Italia con Neos il mercoledì, si era visto sparire il volo di collegamento per S.Nicolau che prima con TACV c’era e che Binter aveva tolto. Questa cosa comportava di doversi fermare a Sal a volte più di un giorno e poi andare a Praia per tornare a S.Nicolau. Molto scomodo e oltremodo dispendioso.

A settembre si tornerà quindi ad una più decente situazione e la speranza è quella che poi questi voli vengano mantenuti e non siano solo una delle varie “prove”; questo dipenderà credo dalla quantità di passeggeri che frequenteranno la tratta … speriamo in bene 🙂

Mentre non si parla più dell’esenzione del visto di ingresso per i cittadini europei che dovrebbe comunque partire a gennaio del prossimo anno, si è pensato di istituire una nuova tassa …

La Taxa de Segurança Aeroportuaria  (TSA), entrerà in vigore a gennaio 2019 secondo il Bollettino Ufficiale che ha pubblicato in questi giorni la notizia.

In cosa consiste? Semplicemente ogni viaggiatore che sbarca negli aeroporti capoverdiani, dovrà pagare questa tassa. Per i viaggi interni (tra le varie isole) si pagheranno 150 scudi (1,40€) mentre chi arriva dall’estero dovrà sborsare ben 3400 scudi (31€) !!

Non male direi, dato che il visto costa 25 € … anche se si arriverà veramente ad eliminarlo, questa nuova gabella coprirà in abbondanza le mancanze … Se invece non lo eliminassero (ma non credo), si arriverebbe addirittura a pagare 56 € per entrare nel Paese.

Ricordiamoci che da un paio d’anni a questa parte, il viaggiatore è tenuto anche a versare la Taxa Turistica che consiste in 2 € al giorno e non è davvero poco visto che per una vacanza di 15 giorni, oltre la spesa dell’hotel o residence ecc, bisogna sborsare altri 30 € per la tassa …

Bene, sapendo che il turismo è in ascesa e vedendo che la gente che continua ad arrivare è tanta, viene da pensare che di soldi allo Stato, il turismo ne sta proporzionando tanti. Quello che non si riesce a capire bene é: dove finiscono tutti questi soldi, visto che le infrastrutture continuano ad essere scandalose e di migliorie se ne vedono davvero poche?

Soldi ne arrivano non solo con il turismo, perché Capo Verde conta con infiniti e sostanziosi aiuti esteri, però anche se io sono qui da dieci anni, non ho visto lievitare il benessere in nessun campo.

A Capo Verde si sta bene, il clima è ideale, i posti bellissimi, ma anche sulle isole super turistiche una copertura sanitaria decente non c’è per esempio. Mancano infrastrutture basiche come acqua e fognature di rete, mancano le strade e tante altre cose e i capoverdiani che vivono in condizioni disagevoli sono veramente tanti … Cosa sta apportando il turismo a questa gente? Niente finora!!!

Intanto prepariamoci a pagare la tassa poi si vedrà 🙂

Sembra proprio di essere in Italia e non dico altro …

 

 

Magari pensate che il Carnevale sia fuori stagione … E’ vero, ma non erano abbastanza i festival musicali e gastronomici e le varie feste ed eventi che si organizzano su tutte le isole nel mese di agosto. 🙂 A Mindelo hanno pensato bene di fare anche una versione estiva del tanto amato Carnevale, soprattutto a beneficio degli emigranti capoverdiani che vengono a passare le vacanze e naturalmente dei turisti. Secondi solo al Brasile, i mindelensi ci regalano questa splendente festa.

Eccovi il video della sfilata Buona Visione!!!

 

 

https://l.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fvideos.sapo.cv%2FwCjjeLmzInC0qs9ZEhaD&h=AT3srzXparZmAWjdwZg1nnl6iySZegIUan2d0iIEZbFxdZM7Aagb0fGvfhR3o-rfnFbc5SZLm86VXQirtX4_Z-Cz7GbuV2-R4FPp7HerWkFI8hkVq1LGmaxKJHjRA5pXO5EwGa0gmw

E’ risaputo che le isole che contano con gli ospedali più attrezzati sono Santiago e Sao Vicente, mentre le altre contano per lo più con centri salute che servono per i primi soccorsi o per le visite di routine, ma in caso di patologie gravi, gli infermi si devono trasportare su una delle due principali isole.

E’ stata finora una vera odissea questa cosa, perché non ci sono i mezzi adatti al trasporto e la Compagnia Aerea Binter si è più volte rifiutata di prendere a bordo qualcuno con urgenti necessità di essere ospedalizzato, in mancanza di accordi con lo Stato e mancando i mezzi necessari. Spesso si carica la gente su imbarcazioni precarie e sicuramente senza condizioni igieniche, rischiando la vita delle persone già in precarie condizioni di salute.

Oggi pare sia stato firmato un accordo tra Ministero di Salute, Forze Armate e INPS di Capo Verde, che si impegnano con questo contratto a prestare un servizio serio per il trasporto degli ammalati.

Saranno le Forze armate a mettere a disposizione i mezzi aerei o navali per effettuare i trasporti suddetti.

Il Ministro della Difesa è già stato in Portogallo per trattare l’acquisto di un mezzo aereo con capacità per 18 persone che arriverebbe a fine anno e verrebbe destinato per l’appunto allo scopo.

Con questo aereo ha precisato il Ministro, saremo in grado di evacuare gli ammalati che ne hanno necessità, anche quelli che non si possono permettere alcun pagamento. Intanto, le Forze Armate provvederanno con i mezzi a loro disposizione attualmente.

Bene, un piccolo passo avanti direi, tutto sta a vedere che la cosa poi si concretizzi, perché non sarebbe la prima volta che si fanno progetti e si firmano accordi che poi finiscono in nulla … Questa è una cosa molto importante e si spera davvero che ci sia in questo anno la svolta tanto attesa.

https://l.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fdlvr.it%2FQfL1C0&h=AT3jRkwRZciHIMHhttekQz-FGfqsjEzWRTpdnxk4JWyyqclfxoFpQBL6uNHXweRUinN2mNz3ciZpX0qKCdfxDb2LKUl-isAijrGN5elOfeoCW6cuxVTmbEM4jOViJLETt2V4i9-rS05d81x1Dqju4g

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: