IMG_8490

Uno dei problemi importanti di Capo Verde è la quantità di cani erranti sulle varie isole, come abbiamo già spiegato diverse volte sul blog, questo fenomeno non interessa solo i poveri cani e gatti che si ritrovano affamati e spesso pieni di parassiti ma, rappresenta anche un pericolo per la popolazione, in quanto questi animali veicolano infezioni che possono essere trasmesse agli umani e creano sporcizia per le strade nonché a volte pericolo per i passanti, i quali spesso non sapendo come comportarsi in presenza di un cane che magari è semplicemente affamato, gesticolano disordinatamente facendosi prendere dal panico ed attirandosi così inevitabilmente le ire dell’animale.
Purtroppo il Governo capoverdiano ed i vari Comuni, non si adoperano in alcun modo per cercare di arginare questo problema. Semplicemente procedono di tanto in tanto all‘eliminazione di queste bestie, usando la stricnina, che provoca una morte lenta e dolorosa.
Ora, sull’isola di Boa Vista, vive  una coppia svizzera molto amante dell’isola e degli animali. Sono Nathalie e Spartaco; queste due persone che hanno preso a cuore la situazione dei poveri cani capoverdiani destinati ad una vita tanto dura e ad una fine così orribile, dopo essersi adoperati per salvare e curare diversi cani, hanno deciso di dedicare il loro tempo e le loro forze per cercare di migliorare la situazione creando un rifugio destinato appunto agli animali.
Ed ecco che viene creata l’Associazione Nerina. Si tratta di una ONG (associazione non governativa senza fini di lucro)
Il nome dell’Associazione è un tributo ad una cagnolina sfortunata di appena 4 anni, che dopo aver sfornato ben 4 cucciolate, si trovava stremata ed ammalata. Nel 2016 Nerina aveva dato alla luce l’ultima sua cucciolata: 4 maschietti, che sparirono subito, e una femmina. Questo cucciolo venne travolto da un’auto. Spartaco e Nathalie ebbero così il primo contatto con la realtà veterinaria a Boa Vista… La decisione fu quasi immediata: Nerina e Puce dovevano essere portate via. Una volta in Svizzera, Puce poté godere delle attenzioni di veterinari e gode oggi di ottima salute.
Nerina invece non fu così fortunata. Ammalata ai reni, dopo 4 mesi di vita in Europa, morì.
Spartaco Zeli e Nathalie Weiner Zeli, comperarono un terreno e costruirono una bellissima struttura dietro progetto di un architetto svizzero, attrezzandola di tutto punto. La struttura divenne operativa quest’anno, dal febbraio 2018.
Si tratta di un rifugio dotato di grandi spazi esterni molto ben curati, forniti di recinti ampi e pulitissimi. L’interno si suddivide in diversi locali che ospitano una sala d’attesa, una sala visite, la radiologia, una sala operatoria, un locale di stallo post operatorio, una farmacia e un laboratorio analisi.
Una veterinaria specializzata spagnola, Laura Peteiro Sanchez, si è stabilita a Boa Vista ed è stata assunta dall’Associazione dove presta ogni giorno la sua opera, prendendosi cura ed operando cani, gatti e tartarughe, nonché procedendo alle sterilizzazioni.
Quali sono gli obiettivi dell’Associazione Nerina?

1. Cura della salute animale: proporzionare un’assistenza veterinaria di buon livello sia a cani o gatti di proprietà che a cani e gatti erranti.
2. Protezione degli animali in pericolo: raccolta dei cuccioli abbandonati e protezione degli animali durante le azioni di caccia o di avvelenamento di cani o gatti.
3. Controllo della popolazione canina e felina: procedere a Campagne di Sterilizzazione e disinfestazione. Punto importantissimo questo, perché proprio tramite la sterilizzazione e l’eliminazione dei parassiti dagli animali, si riuscirà nel tempo ad eliminare l’esistenza di tanti cani e gatti erranti o randagi. I cani o i gatti senza parassiti vengono accettati più facilmente in casa e inoltre ovvierà al problema della diffusione di microbi e parassiti tra la popolazione.
4. Un altro obiettivo importante è quello della Sensibilizzazione (educazione) della popolazione. I capoverdiani non hanno ben chiara la cultura dell’animale da compagnia e pur amando molte volte gli animali, non sanno come vanno trattati; spesso ne portano uno a casa, ma difficilmente se ne prendono cura. Insegnare per esempio con interventi nelle scuole, cos’è il rispetto per gli animali e quali sono i comportamenti giusti per rapportarsi con loro, sarà una delle operazioni che l’Associazione Nerina porterà avanti.
Effettuando la sensibilizzazione della gente, si potrà anche procedere a fare campagne di adozione, riuscendo così a trovare sistemazione dignitosa per alcuni cani e gatti, presso famiglie che avranno imparato a prendersene cura.
Esiste inoltre la possibilità di lasciare il proprio beniamino in pensione presso la struttura, qualora si debba fare un viaggio, assentarsi per più giorni oppure per uno stallo in situazioni più disparate.
Oggi, a dieci mesi dall’entrata in funzione del rifugio, sono riusciti ad effettuare 450 sterilizzazioni ed attualmente ci sono 55 cani e 20 gatti ospiti della struttura.
E’ un vero peccato che il Comune di Sal Rei non si renda conto di avere sull’isola una struttura veterinaria di elevato livello, in grado di prestare ottime cure e di effettuare una importante opera destinata alla diminuzione del randagismo, perché queste Associazioni dovrebbero godere dell’appoggio incondizionato delle Pubbliche Amministrazioni, così come avviene in Paesi più civilizzati; in fondo è un grande servizio che questa struttura offre gratuitamente al Comune di Sal Rei e all’isola tutta.
Come detto, questa è un’Associazione NON A SCOPO DI LUCRO, quindi non conta su nessuna entrata ed essendo davvero grande l’opera che si propone di effettuare (per esempio campagne di sterilizzazione mensili per il 2019) e lo sforzo impegnato, questa gente necessita dell’aiuto di chi amando gli animali e anche questa bellissima isola, vorrà prendere contatto con loro offrendo qualunque tipo di collaborazione. Tenete presente che se ogni persona che visita questo blog e legge l’articolo, oppure visita la pagina FB dell’Associazione, fosse disposta a donare che so … 2 Euro? Sarebbe un enorme aiuto e non comporterebbe al tempo stesso una grossa spesa per chi lo proporziona.
Ecco gli indirizzi tramite i quali potrete contattare l’Associazione, per sapere come effettuare facilmente una eventuale donazione, oppure per avere qualsiasi tipo di informazione su altri tipi di aiuto possiate o vogliate fare.

Pagina Facebook: https://web.facebook.com/associazionenerina
Sito Web: https://www.associazionenerina.ch
Indirizzi e-mail: associazione.nerina@gmail.com

I pelosetti di Boa Vista ringraziano fin d’ora per la vostra sensibilità e per l’aiuto che vorrete dare.

Annunci