Archive for giugno, 2020


E’ stato reso oggi ufficiale il fatto che i voli internazionali da e per Capo Verde NON VERRANNO APERTI in Luglio ma la data di riapertura è spostata in Agosto (non si sa quando esattamente), mentre i voli nazionali ripartono come già era stato ufficializzato, il 30 di giugno.
D’altra parte giorni fa il Primo Ministro aveva detto molto chiaramente che non poteva ancora dare date precise in quanto i contagi non sono finiti, ma al contrario sono in aumento e questo non solo per Capo Verde ma per molti altri paesi.
Non si capisce bene perché la maggior parte delle persone qui si diceva sicura che in luglio si potesse viaggiare al’estero … era ovvio che il periodo di chiusura voli sarebbe stato prolungato.
Bene, vi farò sapere quando verrà fissata una data certa.

Momenti Capoverdiani

Per rompere la monotonia di questo periodo particolare dovuto al Covid 19 e in attesa che torniate a trovarci o decidiate di venire per la prima volta a Capo Verde, eccovi una piccola rassegna di foto.
Non sono le usuali foto delle splendide spiagge e dei panorami mozzafiato cui siete abituati tramite i siti di viaggi o gli operatori turistici; queste sono foto che illustrano qualche momento di vissuto capoverdiano: le feste di piazza, i mercati, le vecchie casette di pietra a picco sul mare, il momento dell’Offertorio in una messa all’aperto, la pesca dei marlin giganti, il lavaggio delle stoviglie all’aperto, il pozzo pubblico dove fare il bucato e lavare i bimbi, la vecchia imbarcazione che assicura i rifornimenti, la pedicure ambulante, i ragazzi che suonano i tamburi in onore della festa di S.Antonio … insomma tante piccole situazioni e qualche angoletto che non sempre ai turisti è dato vedere.
Le foto sono in maggior parte mie, e per qualcuna che non lo è, ringrazio chi mi ha dato il permesso di pubblicarle, tra questi Eugenio Gomes per i ragazzi dei tamburi 🙂
Buona visione!! 🙂










SONY DSC




Al momento in Capo Verde si sono verificati 657 casi in totale, di cui 294 recuperati, 356 attivi e 5 morti.
Erano state interessate solo le isole di Boa Vista, e Santiago, nonché Sao Vicente (con pochi casi).
Però da quando è stata dichiarata la fine dell’emergenza e la gente ha potuto iniziare a spostarsi tra le isole grazie al servizio di navi riattivato, sono esplosi parecchi altri casi. Il fatto è che ora stanno facendo test rapidi a raffica (i test della goccia di sangue che hanno solo un 30% di affidabilità)
Ovviamente facendo i test che prima non venivano effettuati, molti sono quelli che risultano positivi, per esempio a Sal non c’era stato neanche un caso ed ora ne conta parecchi.
Abbiamo un’enorme fortuna: la popolazione è in stragrande maggioranza giovane e i casi che vengono riscontrati sono in forma molto lieve. Questa è davvero una fortuna, perché i pochi (avanti con gli anni) che sono risultati gravi sono morti tutti. Il che ci porta a pensare che non esistono mezzi per curare seriamente persone affette dal virus in forma grave.
Il voli interni riprenderanno il primo di luglio, meno per Boa Vista e Santiago, dove bisognerà aspettare il 31 luglio, data in cui dovrebbero riaprire anche i voli internazionali, ma di questo non esiste ancora un vero e proprio dato ufficiale.
Alla prossima.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: