Tag Archive: aeroporti


A beneficio di quelli che spesso chiedono le condizioni dei trasporti tra isola ed isola e soprattutto per coloro che vengono per una settimana o dieci giorni con la speranza di visitare più di un’isola, e quando gli dico che è difficile stentano a crederci, vi racconto la via crucis di un’amica italiana che deve andare da S.Nicolau a S.Vicente proprio oggi.

Silvia, che spesso è intervenuta in questo blog, si trova ora a SNicolau da circa un mese. Oggi deve andare a Sao Vicente per incontrarsi con un’amica che arriva dal Senegal, intanto approfitta per visitare l’isola e poi torneranno entrambe a S.Nicolau.

Bene, si è informata presso la Capitaneria, dove le è stato detto che questa mattina arrivava da S.Vicente una piccola nave, la Marliso, che carica anche passeggeri e che sarebbe ripartita in mattinata per S.Vicente.
Le è stato spiegato che non si fanno prenotazioni, quindi doveva andare al porto alle sei del mattino per vedere se riusciva a farsi imbarcare una volta che la nave avesse terminato le operazioni di scarico. Questo significa andare al porto alle sei, aspettare fino circa alle dieci senza avere nessuna sicurezza di partire … ma pazienza, lei deve essere oggi a S.Vicente e quindi si adatta a tutto. Fin qui, tutto bene, peccato che alla fine la nave non è proprio venuta oggi e quindi, non essendocene nessun altra, niente da fare, si resta a terra. E’ così, non esistono orari affidabili, non si può mai essere sicuri che le navi arrivino e ripartano; ma c’è un’alternativa: l’aereo!!!!

Fortunatamente oggi c’è il volo per Sal-Sao Vicente e parte al pomeriggio. Per puro miracolo riesce ad avere un posto, grazie al fatto che qualcuno ha rinunciato all’ultimo momento e quindi si tratta solo più di andare all’aeroporto (un’ora circa da Tarrafal) e partire. Dovrà fare scalo a Sal, perché il volo diretto per Sao Vicente non c’è, ma va tutto bene, basta partire.

Il costo del viaggio di andata a S.Vicente è di 7.200 scudi (65€) mentre quello della nave credo sia intorno ai 1.800 scudi (16€) …

Silvia è stata fortunata perché oggi c’era il volo, ma spesso succede che non ci sia e se la nave non arriva o se non ha posti liberi, il problema diventa più grande. Mettiamo che uno debba recarsi a Sao Vicente per qualcosa di importante, o abbia un appuntamento per una visita, oppure sia un turista che poi deve tornare in tempo utile per prendere un aereo internazionale …. in queste occasioni è davvero stressante non poter contare su trasporti almeno decenti.

E’ una delle piaghe di Capo Verde, una delle peggiori direi, e posso dire che in 4 anni non ho visto nessun accenno di miglioramento, anzi, se possibile direi che qualcosa è peggiorato! Si parla spesso dei trasporti, ogni tanto annunciano l’arrivo di navi nuove, il potenziamento dei trasporti aerei … ma sicuramente siamo messi molto male.

Annunci

I Virus delle vacanze

Quest’anno il mese di agosto ha portato una notevole quantità di turisti in queste isole.
Si sa che la maggioranza della gente può concedersi vacanze lunghe solo in questo periodo, e purtroppo è anche il mese forse meno adatto per venire qui. E’ infatti l’unico periodo dell’anno in cui fa un caldo soffocante, è presente una percentuale di umidità abbastanza alta che rende il caldo meno sopportabile.
Durante lo scorso agosto, sono poche le persone che sono riuscite a scampare ad un virus veramente maligno che girava non si sa bene se nell’aria, nell’acqua o chissà dove …
Anche la gente del posto ne è stata colpita e quando sono andata all’ospedale per chiedere cosa dovevo prendere per debellare questo virus che mi ha messa a terra per parecchi giorni, ho trovato una marea di gente in attesa del medico per la stessa mia ragione.
Fortunatamente, con i medicinali che mi sono stati consigliati, sono riuscita a venirne fuori 🙂 In sostanza si tratta di prendere qualcosa per bloccare la diarrea, del paracetamolo per la febbre, sali minerali da sciogliere in acqua e bere a litri e antibiotici per combattere l’infezione intestinale.
E’ forse interessante sapere che i medicinali italiani che molti di noi si portano appreso, non hanno grande efficacia per questi virus. E’ decisamente meglio affidarsi alle medicine che vengono prescritte qui e che in pochi giorni sono in grado di debellare il virus.

Non è stato l’unico problema con il quale i turisti si sono trovati a combattere … infatti, anche la compagnia aerea di bandiera (TAICV) sembrava essere stata colpita dal virus :-).. Non sono stati in grado di gestire il flusso di viaggiatori e si sono creati enormi ritardi, cancellazione di voli, disagi di ogni tipo in tutti gli aeroporti delle varie isole.

Per fortuna anche Agosto se n’è andato e sono arrivate puntualmente le piogge a riequilibrare il clima. Ora si torna a respirare e nel giro di qualche giorno riavremo il nostro carissimo clima caldo-secco e piacevolmente ventilato che tanto amiamo.

In conclusione, il consiglio è quello di venire a Capo Verde in altri periodi dell’anno per poter apprezzare al meglio questo Paese. Intanto ci si augura che questa gente riesca ad organizzarsi un po’ meglio, perché se continuano così, vedranno sfumare il sogno del “grande turismo”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: