Tag Archive: italiani all’estero


Ma …. e gli italiani??

Questo Blog è dedicato a Capo Verde e di conseguenza si parla sempre di Capo Verde e dei capoverdiani.
Perché non parlare una volta degli italiani? Ecco, oggi vorrei parlare proprio degli italiani e in particolare di quelli che come me vivono qui.
I capoverdiani sappiamo che sono gente spensierata, allegri, portati per i festeggiamenti, scarsamente preparati in molti campi come ho sempre detto e poco interessati per lo più a migliorarsi; ma gli italiani? chi sono gli italiani che vivono qui?
Sono in maggior parte, i classici italiani che decidono di venire da queste parti.
C’è chi in Italia non aveva il lavoro, c’è chi il lavoro lo ha perso per mille motivi, c’e chi la voglia di lavorare proprio non l’ha mai avuta. Questi vengono qui a raccontare che loro in Italia erano degli imprenditori e che sono venuti qui perché stufi di un Paese dove non si può più lavorare perché si è oberati di tasse e perché tutto va male. Guarda caso, queste persone sono tutti esperti costruttori edili oppure esperti ristoratori 🙂 Non ho mai conosciuto finora un italiano che lavorava in fabbrica o in un ufficio qualunque.
A cominciare da parecchi anni fa, molti si sono buttati sull’edilizia riuscendo a deturpare completamente il paesaggio di una tranquilla isoletta e anche a raggirare una gran quantità di persone cercando di vendergli l’impossibile lucrando il più possibile. (ma attenzione, i geometri improvvisati si trovano su tutte le isole, non solo a Sal). Per quanto riguarda quelli che si dedicano alla ristorazione, parecchi di loro sembra non avessero mai visto una cucina prima, ma lo fanno lo stesso, tanto cosa vuoi che capiscano qui di cibo e ristoranti? …
Poi ci sono quelli che arrivano facendo capire che sono pieni di soldi e quindi non hanno necessità di fare niente per vivere. Cercano di fare amicizia con uno e con l’altro allo scopo di scroccare un pranzo o una cena o va bene anche solo qualche sigaretta.
E naturalmente ci sono quelli che vengono per le ragazze 🙂 In genere piuttosto attempati, si aggirano trascinando le stanche membra tra le ragazzine, con gli occhi che gli luccicano e nella speranza di concludere qualcosa. Nella maggior parte ci riescono per via della povertà di queste ragazze che alla fine chiudono gli occhi e si concedono in cambio di un vestitino ma sperando in qualcosa di più …
Devo anche aggiungere che il livello culturale è quasi sempre molto basso e salta agli occhi soprattutto con la categoria dei maleducati. Si, perché ci sono anche loro, i cafoni, quelli che forse insoddisfatti della propria vita, pensano di riempirla insultando o trattando male la gente. Alcune di queste persone si nascondono dietro pseudonimi e insultano nascondendosi nei meandri di internet. Si perché hanno imparato ad accendere il computer e non gli sembra vero di poter attaccare chiunque stando ben intanati in quanto non hanno il coraggio delle proprie azioni. (ma non è difficile stanarli) 😉
Truffatori, incapaci, maleducati, maiali, c’è tutto, l’Italia è ben rappresentata.
Naturalmente non siamo tutti così noi italiani, ci sono anche le persone che aprono attività ben gestite e dimostrano di saper lavorare in quel determinato campo, qualcuno l’ho conosciuto. Infine ci sono quelli che vengono qui per godere di un buon clima e vivere tranquilli, ma questi si possono contare sulle dita di una sola mano!!
Tra gli italiani a Capo Verde, purtroppo si trova parecchia gente che ci sta solo per sfruttare situazioni di povertà altrui a proprio favore. Ed è un vero peccato, perché noi abbiamo tanto di quello che ai capoverdiani manca, abbiamo alle spalle millenni di storia che ci rendono più sicuri e consapevoli, abbiamo fantasia e abilità e potremmo metterle a disposizione di un Paese che ci ospita. Non è facile farlo certo, perché il capoverdiano non ama che gli si insegni, si barrica spesso nel suo smisurato orgoglio e si auto-convince di essere capacissimo in ogni campo. Ma persone intelligenti e seriamente preparate riuscirebbero ad aggirare questo tipo di ostacoli e sarebbe alla fine un bene sia per gli italiani che per i capoverdiani. Il problema è che quelli intelligenti e preparati se ne stanno in Italia e al massimo vengono qui per le vacanze 🙂
Qualche italiano si è offeso? Pazienza, mi si dice spesso che io offendo i capoverdiani … quindi prendiamola come “par condicio”.
E ricordatevi, io non scrivo mai per offendere nessuno, io dico solo le cose che vedo e racconto la vita a capo verde così com’è 🙂

Dall’inizio del mese di Marzo, già 5 persone sono venute a Capo Verde ed hanno trovato sistemazione e contatti tramite il blog sulle isole di Maio, Sao Nicolau e Sao Vicente.
Sono molto contenta che le informazioni contenute nel blog e quelle che ho dato privatamente siano servite. Naturalmente mi piacerebbe poi anche sapere che tutti costoro si siano trovati bene, ma questo è un tantino più complicato. Pare infatti che la gente trovi il tempo per scrivere quando necessita di aiuto, mentre quando torna a casa il tempo non c’è più … ma questa è storia vecchia, è sempre stato così e non è importante.
Invece ci terrei a precisare che il Blog è nato per parlare di questo Paese, per dare risposte a chi ha bisogno di ragguagli, per chiacchierare e raccontare le realtà di un posto dove io abito e che molti sono curiosi di conoscere. Non è mai stato e non è un sito per pubblicizzare le varie attività turistiche di molti.
Io faccio girare a volte dei link di gente che conosco, perché so come lavorano e sono consigliabili, ho messo qualche indirizzo di contatto per gli affitti di appartamenti e qualche pensione, l’ho fatto perché non riesco sempre a rispondere a tutte le e-mail che mi arrivano con richieste di questo genere, inoltre, non essendo io che affitto, non sono sempre al corrente dei prezzi e delle condizioni, per cui ho pensato di dare qualche contatto in modo che chi vuole può parlare direttamente con gli interessati e poi fare la propria scelta.
Non ho inserito nessuna sezione pubblicitaria e non ho certamente pubblicato tutte le persone che affittano appartamenti o tutti quelli che hanno alberghi o quant’altro. Questo lo dico perché pare che qualcuno si sia risentito per non essere stato incluso; ripeto: Io ho pubblicato contatti di gente che conosco e che so come lavora, poi magari ce ne sono di anche migliori, ma io se non so di cosa sto parlando, non pubblico niente.
D’altra parte credo che in internet ci sia la possibilità di trovare centinaia di siti che si dedicano proprio a queste attività, lo fanno non gratuitamente ma guadagnando con la pubblicità e sono senz’altro in grado di ben informare ed indirizzare i turisti, quindi, chi anela ad una buona pubblicità per la propria attività, ha la possibilità di scegliere tra molti siti, mentre su questo, ci limiteremo come sempre a fare quattro chiacchiere cercando semplicemente di dare qualche informazione utile e raccontando come si vive in queste isole. Per me è solo una passione, un passatempo che mi piace e mi interessa portare avanti e non ci guadagno assolutamente nulla, quindi se vi interessa e vi piace, continuate a seguire.:-)
Purtroppo gli italiani che risiedono all’estero, molto spesso, invece di fare “gruppo”, amano farsi la guerra; invidie, gelosie e piccole cattiverie sono all’ordine del giorno. Proprio per questo sono felice di essere qui solo in qualità di pensionata e di non avere nessun interesse e nessuna attività, così posso starmene al di fuori da tutte le zizzanie e vivere tranquilla 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: