Tag Archive: scuola a Capo Verde


Per informazione di tutti quelli che spesso mi chiedono della scuola capoverdiana, ecco il caso di una studentessa che dopo essersi diplomata al liceo qui a Capo Verde, è andata in Bolivia per frequentare l’università.
L’idea era quella di specializzarsi in Turismo e Alberghiera ed ha scelto la Bolivia essendo questo un Paese dove il costo della vita è ancora piuttosto basso in confronto a molti altri Paesi.
In Bolivia, senza richiedere grande documentazione l’hanno accettata e lei ha frequentato, ultimando gli studi alla fine del 2013. A questo punto però i boliviani si sono accorti che il suo diploma di liceo non era valido e la motivazione è che “esiste una differenza tra il sistema educativo Capoverdiano e quello Boliviano” … La Ragazza per non vedersi invalidare la laurea, ha dovuto iscriversi ad un liceo boliviano.
Sappiamo che la Bolivia è uno dei Paesi sudamericani più indietro e lo dimostra anche il fatto di aver iscritto all’università una straniera senza verificare la validità degli studi effettuati, malgrado ciò, il diploma capoverdiano non li soddisfa … possiamo immaginare come sarà in Europa o negli Stati Uniti …
L’articolo del giornale riferisce che non è solo la ragazza che è stata intervistata ad avere questo problema, ma la stessa cosa è successa a tutti gli studenti capoverdiani che si erano presentati.
Ho sempre detto che il livello di insegnamento è piuttosto basso e so di studenti che andando all’estero dopo il diploma, devono sostenere parecchi esami prima di poter avere ingresso all’Università.
Non stiamo parlando di una persona che voleva fare corsi universitari di ingegneria quantistica o di lettere antiche … stiamo parlando di scuola alberghiera e turismo …. se il diploma di scuola superiore pomposamente chiamato “liceo” non da la possibilità di fare un’alberghiera, a che diavolo serve andare a scuola? E soprattutto: quanto infimo può essere il livello scolastico in questo Paese?
Capo Verde ha estremo bisogno di gente preparata, per riuscire a migliorarsi in tutti i campi, spero che il Governo inizi a far qualcosa di serio per la scuola che è una necessità primaria!

http://estudante.sapo.cv/artigos/artigo/giselle-rodrigues-terminei-o-c-380358.html

Università CV

Capoverdiani super orgogliosi di essere nella classifica delle 100 università africane … peccato che si trovino al 95° posto, ma che importa? per loro è motivo di festeggiare 🙂

Ovviamente ai primi posti si trova il Sud Africa, e poi ci sono l’Egitto, il Marocco, l’Etiopia, l’Algeria ecc ecc.
Comunque sempre prima di noi ci sono stati come Tanzania, Ghana, Benin, Namibia, Kenia … insomma, non credo ci sarebbe motivo di essere tanto orgogliosi 🙂

Qui normalmente la grande maggioranza dei giovani va ormai al liceo, e tutti ma proprio tutti, vengono regolarmente promossi (conosco gente di 16 o 17 anni neanche in grado di scrivere correttamente in portoghese), eppure tutti arrivano in fondo, poi chi può frequentare l’Università lo fa e quando ne esce con una laurea, si ritrova senza lavoro sicuramente e quindi sempre se può, emigra.

Il problema si presenta proprio quando vanno all’estero e scoprono che la preparazione universitaria non è sufficiente.
Conosco un ragazzino che stava frequentando il 5° anno di liceo e si è trasferito in Italia con la famiglia … ha dovuto iniziare dalla prima media!!!
Non esistono scuole professionali a tutt’oggi.

Ma tutto ciò non ha importanza alcuna, l’importante è avere una bellissima microgonna e iscriversi all’Università che da oggi è ancora più importante essendo nella classifica delle 100 migliori africane 🙂

http://www.4icu.org/topAfrica/

A scuola con il P.C.

big_1354811764_9465_MundoMentre gli studenti reclamano per la mancanza di professori e la cattiva organizzazione delle scuole secondarie in tutto il Paese, il Primo Ministro decide di dargli un contentino …

Consegnano 20 personal computer a studenti del liceo Cabral di Sta Caterina (Santiago).
Presenti alla cerimonia di consegna saranno il primo ministro, la ministra dell’educazione e l’ambasciatore dell’India.
E già, perché i computer, naturalmente sono un dono che viene da fuori!!! Pure l’India aiuta Capo Verde, ed ha inviato 312 PC, dei quali una parte sono già stati assegnati ad alunni, anche delle elementari …

E avanti così, continuano a non migliorare niente, non si decidono a organizzare, ma continuano a beneficiare di vari aiutini ed aiutoni che gli permettono di tirare a campare 🙂 Intanto gli studenti vanno a scuola e rimangono ore senza far nulla perché il professore non c’è e si accontentano in molti casi di aule fatiscenti, però pagano la retta allo Stato.

Tra l’altro, questa mossa dei 20 pc, non mi sembra neanche tanto astuta politicamente parlando perché, non so quanti saranno gli alunni di quel liceo, ma certamente molti più di 20, per cui, 20 voti sicuri e chissà quanto malcontento …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: