Tag Archive: viaggi


Nuova Compagnia Aerea

Sembra proprio che qualcosa si stia muovendo nel campo dei trasporti internazionali.
A partire da oggi, 7 Ottobre 2013, la compagnia aerea Transavia, inizia il percorso Amsterdam-Mindelo in volo diretto.
E’ noto che in Olanda vivono e lavorano tantissimi capoverdiani emigrati, per cui era importante riuscire a collegare i due Paesi in modo che questa gente potesse usufruire di passaggi low cost.
Il costo del volo è di 200 € e il viaggio verso Amsterdam è diretto, mentre per il ritorno è previsto uno scalo di 45 minuti sull’isola di Sal.
Ecco quindi aprirsi una nuova opportunità anche per gli italiani che possono raggiungere Amsterdam a prezzi contenuti e da li partire per Cabo spendendo meno che con la solita carissima TAP … Ora, bisognerà vedere se sarà possibile avere buone coincidenze ad Amsterdam, perché il problema che si presenta in questi viaggi è spesso quello di dover soggiornare una o più notti in città europee spesso carissime e questo vanifica il risparmio effettuato con il volo diretto.
E’ comunque una buona notizia sapere che più compagnie aeree iniziano ad approdare a Capo Verde, ricordo anche Jet Air Fly che ha iniziato quest’estate e vola via Bruxelles.
Qualcosa si muove!!! Speriamo che anche per i voli interni venga presto escogitato qualcosa di buono. 🙂

http://asemana.sapo.cv/spip.php?article92447&ak=1

Annunci

943706_550153791694879_1637001200_n

Si sa che il viaggio a Capo Verde risulta piuttosto caro rispetto ad altre mete, soprattutto in alta stagione.
Chi può disporre di date a piacere trova spesso dei last-minute e riesce a viaggiare a prezzi decenti, ma per chi ha impegni di lavoro e deve attenersi a date precise, è necessario prenotare per tempo e spesso paga una cifra considerevole.

In Agosto per esempio un volo andata e ritorno con permanenza di tre settimane, può costare circa 1200-1300 € a persona, a volte anche di più, dipende anche da quando si prenota e dall’agenzia.

Ora c’è una Compagnia Aerea belga, la Jetairfly, che ha iniziato a volare a CV. Il costo da Bruxelles a Sal è di 600 €; dall’Italia per raggiungere Bruxelles ci sono poi diverse alternative ed il costo si aggira sui 50 €..

Ne risulta quanto segue:

Mese di Agosto con TAP Italia-Lisbona – Lisbona-Sal €1150
Mese di Agosto JETAIRFLY Italia-Bruxelles – Bruxelles-Sal € 700

con un risparmio di ben 450 €.

Credo possa essere una valida alternativa per chi non può venire in altri periodi dell’anno.

A beneficio di quelli che spesso chiedono le condizioni dei trasporti tra isola ed isola e soprattutto per coloro che vengono per una settimana o dieci giorni con la speranza di visitare più di un’isola, e quando gli dico che è difficile stentano a crederci, vi racconto la via crucis di un’amica italiana che deve andare da S.Nicolau a S.Vicente proprio oggi.

Silvia, che spesso è intervenuta in questo blog, si trova ora a SNicolau da circa un mese. Oggi deve andare a Sao Vicente per incontrarsi con un’amica che arriva dal Senegal, intanto approfitta per visitare l’isola e poi torneranno entrambe a S.Nicolau.

Bene, si è informata presso la Capitaneria, dove le è stato detto che questa mattina arrivava da S.Vicente una piccola nave, la Marliso, che carica anche passeggeri e che sarebbe ripartita in mattinata per S.Vicente.
Le è stato spiegato che non si fanno prenotazioni, quindi doveva andare al porto alle sei del mattino per vedere se riusciva a farsi imbarcare una volta che la nave avesse terminato le operazioni di scarico. Questo significa andare al porto alle sei, aspettare fino circa alle dieci senza avere nessuna sicurezza di partire … ma pazienza, lei deve essere oggi a S.Vicente e quindi si adatta a tutto. Fin qui, tutto bene, peccato che alla fine la nave non è proprio venuta oggi e quindi, non essendocene nessun altra, niente da fare, si resta a terra. E’ così, non esistono orari affidabili, non si può mai essere sicuri che le navi arrivino e ripartano; ma c’è un’alternativa: l’aereo!!!!

Fortunatamente oggi c’è il volo per Sal-Sao Vicente e parte al pomeriggio. Per puro miracolo riesce ad avere un posto, grazie al fatto che qualcuno ha rinunciato all’ultimo momento e quindi si tratta solo più di andare all’aeroporto (un’ora circa da Tarrafal) e partire. Dovrà fare scalo a Sal, perché il volo diretto per Sao Vicente non c’è, ma va tutto bene, basta partire.

Il costo del viaggio di andata a S.Vicente è di 7.200 scudi (65€) mentre quello della nave credo sia intorno ai 1.800 scudi (16€) …

Silvia è stata fortunata perché oggi c’era il volo, ma spesso succede che non ci sia e se la nave non arriva o se non ha posti liberi, il problema diventa più grande. Mettiamo che uno debba recarsi a Sao Vicente per qualcosa di importante, o abbia un appuntamento per una visita, oppure sia un turista che poi deve tornare in tempo utile per prendere un aereo internazionale …. in queste occasioni è davvero stressante non poter contare su trasporti almeno decenti.

E’ una delle piaghe di Capo Verde, una delle peggiori direi, e posso dire che in 4 anni non ho visto nessun accenno di miglioramento, anzi, se possibile direi che qualcosa è peggiorato! Si parla spesso dei trasporti, ogni tanto annunciano l’arrivo di navi nuove, il potenziamento dei trasporti aerei … ma sicuramente siamo messi molto male.

Nuova Compagnia Aerea

A partire dal prossimo mese di novembre, la Compagnia Condor Airlines apre i collegamenti con Sal e Boavista. http://www.condor.com

http://www.ttgitalia.com/stories/trasporti/80761_sei_nuove_rotte_nellinverno_condor_airlines/?fb_action_ids=4281474368521&fb_action_types=og.likes&fb_source=aggregation&fb_aggregation_id=288381481237582

http://www.condor.com

Non faccio in genere pubblicità a nessuno sul Blog, ma questa mi sembra un’opportunità da segnalare perché magari può essere d’interesse per chi può permettersi di stare via dall’Italia per almeno un mese e farlo quando la stagione invernale è rigida nel nostro paese 🙂

Copio e Incollo qui sotto direttamente la mail che mi è stata inviata

Per informazioni dettagliate potete rivolgervi a questo indirizzo e-mail: www caboverde.com [webmaster@caboverde.com]

Potete andare a svernare nelle Isole di Capo Verde, dove il clima è dolce tutto l’anno.. Lasciate a casa gli indumenti pesanti e partite con il volo del Mercoledì da Malpensa e già prima di pranzo sarete a destinazione…
Un mese di soggiorno vitto e alloggio per due persone costa 1.000 euro…
Se non siete interessati passate questo messaggio ad un amico.. forse ve ne sarà grato !!

Capeverdean stay for over 60
Progetto Anni Sereni
Lungo Soggiorno
di vacanza autunnale ed invernale
per Anziani over 60
nelle isole di Cabo Verde

Soggiorno a Capo Verde per pensionati, nella stagione fredda.
Il progetto consiste in una convenzione per accogliere persone over 60 o comunque in età non lavorativa, in coppia o anche soli, con sistemazione in strutture alberghiere o case private delle varie isole per periodi non inferiori alle 4 settimane..
L’offerta comprende l’ospitalità in camera doppia con pulizie e cambi biancheria ed i pasti giornalieri.
L’ambiente favorevole permetterà agli ospiti di superare agevolmente gli inconvenienti caratteristici del nostro clima freddo. Sono già disponibili il soggiorno di Boavista, Sao Vicente e Sao Nicolau.
________________________________________
A Boavista:
Il costo del soggiorno è di 1.000 euro mensili per 2 persone o 700 euro per una persona sola.

________________________________________
Cosa aspettate ? volete sopportare anche questa imminente brutta stagione? Salutate gli amici con un “arrivederci alla prossima primavera !!”
Il volo parte ogni mercoledì… non serve molto bagaglio, lasciate pure a casa gli indumenti pesanti, tanto a Capo Verde non ne avrete bisogno.. Prendete pure un biglietto di sola andata, a quello di ritorno penserete poi più avanti…
Partite al mattino e per pranzo sarete già a destinazione… All’arrivo a Boavista c’è qualcuno che già vi aspetta, vi prende i bagagli e in cinque minuti di macchina siete a SalRei. E’ facile ambientarsi, questo è un paese da vacanza… c’è una riposante piazza tra le casette colorate, con al centro un giardino di sobrie piante e qualche panchina per riposare. C’è pure un bar dove sorseggiare una bibita e sentire casa con il vostro Tablet collegato con il WIFI gratuito… Se non vi va bene la piazza potete andare sul vecchio molo, seduti al bar ombreggiato dalla copertura di stuoie di canna potete vedere le barche dei pescatori che arrivano a tutte le ore con il pesce appena pescato… Alla sera forse vi capita di ascoltare un po’ di musica capoverdiana dal vivo fuori di uno dei numerosi locali tipici… La cucina capoverdiana è fatta di ingredienti semplici e genuini… è facile entrarne in sintonia… Quando poi vi stuferete di stare in Paradiso potrete chiedere all’Agenzia di Viaggi della piazza un biglietto di ritorno e già il mercoledì successivo sarete nuovamente a casa in Italia !!
Avete dei dubbi? qualcosa non vi è chiaro? chiedete pure, io sono qui per questo…

VACANZE

Vacanza!!! Una parola magica che fa brillare gli occhi di chi lavora e non vede l’ora di partire per l’agognato riposo.

La vacanza ha mille sfaccettature e mille interpretazioni, è legata al modo di essere di ognuno e varia tantissimo a seconda dei gusti personali.
Da quando sono stati lanciati i famosi “pacchetti vacanze”, gli italiani viaggiano di più e molti sono convinti di aver conosciuto il mondo saltellando da un villaggio turistico all’altro e battendo le mete turistiche più famose situate a varie latitudini di questo splendido pianeta.
E questi sono i turisti classici, quelli che non si fidano del “fai da te” e non vogliono correre rischi, per cui si affidano completamente ai Tour Operator, sapendo già prima di partire che saranno al sicuro, godranno di un buon servizio, avranno il loro cocktail di benvenuto e tutte le giornate saranno rilassanti ed organizzate a dovere:, mare, spiaggia, escursioni e animazioni comprese …
I villaggi turistici sono in genere gradevoli e ben organizzati e per chi ma questo tipo di vacanze, sono una benedizione!!!!

Personalmente non ci andrei mai, perché solo l’idea di essere “inquadrata” in un programma ben definito, stare a contatto solo con i miei conterranei compagni di viaggio, avendo scarse possibilità di conoscere veramente il posto prescelto … sciuperebbe la mia vacanza e a parte il riposo, non mi avrebbe apportato nulla. Ma questo è solo il mio parere, infatti resta la maniera più diffusa di fare le vacanze, ossia, c’è una grande quantità di persone che apprezza questo tipo di vacanza.
Chi come me ha viaggiato da giovane con lo zaino in spalla difficilmente apprezza la vacanza organizzata.

Ci sono poi gli “appassionati”; sono coloro che amano per esempio uno sport come il Surf o lo sci, o la pesca, oppure il trekking, e queste persone amano trovare sempre nuovi angoli di mondo dove sia possibile divertirsi praticando il loro passatempo preferito e al tempo stesso scoprire nuovi orizzonti e nuovi paesaggi.

Poi, i “curiosi”; gente che ama conoscere posti nuovi, ma anche la gente che vi abita, le usanze, i diversi modi di essere e di pensare. Queste persone amano immergersi nella vita del posto che hanno scelto, non gli interessano le performance create ad uso e consumo dei turisti, ma cercano il contatto con le diverse realtà del mondo. I pochi giorni della vacanza non riusciranno a far si che riescano a conoscere a fondo le tante sfaccettature di un popolo, ma sicuramente avranno fatto un vacanza elettrizzante e soddisfacente e probabilmente avranno in mente di tornarci.

Gli appassionati di “città d’arte”, girano per scoprire monumenti, ed attraverso di questi, la storia di tanti Paesi che hanno da offrire meravigliose opere d’arte e svariate culture. Questo tipo di vacanza è sicuramente interessante e stimolante, ma non riposante, bisogna essere dei veri appassionati del genere, oppure disporre di più periodi di vacanza durante l’anno per concedersi anche qualche giorno di relax da qualche parte.

La categoria che io amo, è quella dei “viaggiatori”; persone che hanno la fortuna di potersi concedere vacanze più lunghe, dandosi il tempo per immergersi veramente nell’atmosfera del posto prescelto. Queste persone saranno a stretto contatto con la vita del Paese, faranno di tutto per comunicare con la gente del posto, cercando di apprendere in fretta almeno i primi rudimenti della loro lingua, perché solo in questo modo potranno iniziare a comprenderli, ad inserirsi, a partecipare alle loro attività. Non avranno paura di mangiare come loro mangiano, senza stare sempre a pensare al “parmigiano” o al “prosciutto”. La vacanza di questo tipo richiede tempo, fantasia, curiosità e niente paura …. Ma quando sarà finita, ci lascerà più ricchi di tante sensazioni e sarà sicuramente indimenticabile. Quasi sempre i “viaggiatori”, ad una certa età fanno la scelta di trasferirsi definitivamente e lo faranno in uno dei posti che hanno conosciuto e che maggior soddisfazione gli ha dato.

In qualunque modo si scelga di farla, la vacanza resta “magica”, è il nostro premio, rappresenta lo staccarsi dalla routine e sempre ci gratifica 

Se qualcuno avesse voglia di raccontarci una vacanza che gli è particolarmente piaciuta, oppure darci un’opinione circa i vari tipi di vacanze, sarebbe bellissimo scambiarci esperienze e spunti per nuove vacanze.

I Virus delle vacanze

Quest’anno il mese di agosto ha portato una notevole quantità di turisti in queste isole.
Si sa che la maggioranza della gente può concedersi vacanze lunghe solo in questo periodo, e purtroppo è anche il mese forse meno adatto per venire qui. E’ infatti l’unico periodo dell’anno in cui fa un caldo soffocante, è presente una percentuale di umidità abbastanza alta che rende il caldo meno sopportabile.
Durante lo scorso agosto, sono poche le persone che sono riuscite a scampare ad un virus veramente maligno che girava non si sa bene se nell’aria, nell’acqua o chissà dove …
Anche la gente del posto ne è stata colpita e quando sono andata all’ospedale per chiedere cosa dovevo prendere per debellare questo virus che mi ha messa a terra per parecchi giorni, ho trovato una marea di gente in attesa del medico per la stessa mia ragione.
Fortunatamente, con i medicinali che mi sono stati consigliati, sono riuscita a venirne fuori 🙂 In sostanza si tratta di prendere qualcosa per bloccare la diarrea, del paracetamolo per la febbre, sali minerali da sciogliere in acqua e bere a litri e antibiotici per combattere l’infezione intestinale.
E’ forse interessante sapere che i medicinali italiani che molti di noi si portano appreso, non hanno grande efficacia per questi virus. E’ decisamente meglio affidarsi alle medicine che vengono prescritte qui e che in pochi giorni sono in grado di debellare il virus.

Non è stato l’unico problema con il quale i turisti si sono trovati a combattere … infatti, anche la compagnia aerea di bandiera (TAICV) sembrava essere stata colpita dal virus :-).. Non sono stati in grado di gestire il flusso di viaggiatori e si sono creati enormi ritardi, cancellazione di voli, disagi di ogni tipo in tutti gli aeroporti delle varie isole.

Per fortuna anche Agosto se n’è andato e sono arrivate puntualmente le piogge a riequilibrare il clima. Ora si torna a respirare e nel giro di qualche giorno riavremo il nostro carissimo clima caldo-secco e piacevolmente ventilato che tanto amiamo.

In conclusione, il consiglio è quello di venire a Capo Verde in altri periodi dell’anno per poter apprezzare al meglio questo Paese. Intanto ci si augura che questa gente riesca ad organizzarsi un po’ meglio, perché se continuano così, vedranno sfumare il sogno del “grande turismo”.

Nuova Compagnia Aerea

Sembra si stia aprendo un spiraglio nel settore trasporti aerei:

CAPO VERDE – La compagnia aerea Binter, dall’11 settembre 2012, collegherà le Canarie a Capo Verde (Praia) e a Lisbona con due voli settimanali (martedì e venerdì).
I prezzi base dei biglietti saranno di circa 350 euro (andata e ritorno).
I biglietti sono già in vendita sul sito della compagnia aerea (https://www.bintercanarias.com/eng)

Questo fa ben sperare, in quanto finora Capo Verde era vincolata alla sola compagnia di bandiera, la TACV ed alla TAP Portugal, oltre che ai charter della Neos.

Se iniziano ad inserirsi più compagnie, si suppone che i prezzi dei voli dovrebbero iniziare a scendere, perché fino ad oggi, non essendoci concorrenza, il viaggio qui costa parecchio.

E’ stata la prima isola ad essere colonizzata e divenne in seguito il centro di smistamento degli schiavi provenienti dall’Africa e deportati in America. Forse la più “Africana” dell’arcipelago di Capo Verde, nonché l’isola più grande.
Presenta un territorio molto variegato, dai rilievi montuosi alle profonde valli per arrivare a spiagge bianche e coste frastagliate.
Foto di Santiago
Questa foto di Santiago è offerta da TripAdvisor.
Capoluogo è la città di Praia, che è anche la capitale di Capo Verde, centro amministrativo e politico del Paese.
Praia è ormai una città discretamente grande, molto africana nei suoi colori e nei tratti della gente che la abita.
Da visitare il centro storico che si trova sull’altipiano, il Platò, dove si possono vedere i vari palazzi governativi, il museo, la chiesa, passando per belle strade e piazzette dove si può sostare nei vari caffè, per poi scendere verso i quartieri bassi e al mercato di Sucupira. E’ questo un vasto e coloratissimo mercato, che merita la pena vedere.
Le spiagge di Prainha e Quebra Canela, sono situate ai piedi del Platò, presso i migliori alberghi ed impianti turistici della città.
Anche da vedere, Cidadde Velha, che fu la prima capitale, poi spostata a Praia per via della posizione più strategica.
Ad una settantina di Km da Praia, il litorale di Tarrafal con la splendida spiaggia bianca. Andandoci, fermatevi a vedere Assomada, altra graziosa cittadina con il suo pittoresco mercato.
A Praia trovate tutti i servizi che una normale città grande offre, ci sono autobus di linea, taxi, ristoranti e bar, locali notturni in abbondanza.
C’è da fare comunque parecchia attenzione, perché non è un posticino tranquillo, esistono bande criminali e tutti i problemi che si possono incontrare nelle grandi città. Il consiglio è sempre lo stesso: diffidare di zone buie o malfamate, non andare in giro da soli ed ostentando soldi e gioielli.
L’aeroporto F. Mendes, collega Praia con l’Europa e l’Africa con parecchi voli e le varie isole dell’arcipelago con voli interni diretti o con scali intermedi.
Anche via mare è possibile trovare diversi collegamenti con le altre isole, sempre tenendo presente che gli orari sono molto flessibili ed è difficile fare prenotazioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: