L’Organizzazione delle Nazioni Unite dichiara che i piccoli stati insulari possono venire travolti da catastrofi naturali come è successo recentemente a Porto Rico e in Repubblica Dominicana e pare che una catastrofe naturale di queste, cancelli in un attimo tutti gli sforzi fatti per raggiungere una certa stabilità economica.
Di conseguenza questi staterelli insulari dovrebbero imparare ed impegnarsi per diversificare la propria economia in modo di essere in grado di far fronte ad eventuali disastri naturali.
Per questo sono stati organizzati Forum ai quali partecipano rappresentanti di ottanta Stati del mondo e l’obbiettivo è quello di scambiarsi esperienze e dare delle dritte riguardo la gestione economica, la capacità di superare periodi difficili senza ridursi sul lastrico, volgersi verso un turismo sostenibile, non aspettarsi infiniti aiuti esteri che probabilmente andranno diminuendo.
IL FORUM MONDIALE DI SVILUPPO LOCALE si sta tenendo in questi giorni nella capitale di Capo Verde, la città di Praia.
Secondo la stampa locale, l’organizzazione di questo evento costa a Capo Verde, più di 800.000 euro.
Speriamo serva veramente ai governanti capoverdiani per imparare tante cose utili, perché qui in realtà non siamo finora neanche in grado di affrontare e superare la siccità che ci accompagna da secoli … figuriamoci un uragano 🙂

Annunci