Archive for giugno, 2015


Siamo alla frutta ..

Mentre sulle isole si continua a far festa ed a inaugurare opere di qualunque tipo … i collegamenti con l’estero continuano a peggiorare.
Ieri il previsto volo TACV che dovrebbe partire tutte le domeniche da Bergamo con destinazione Sal, è stato cancellato per “mancanza di disponibilità di aerei”.
Non è dato sapere il motivo per cui l’aereo non fosse disponibile, ma la TACV aveva provveduto ad affittare un aereo dalla compagnia Air Horizont, per sostituire appunto quello mancante. Ricordo che TACV possiede solo due aeronavi.
Peccato che l’aereo affittato sia rimasto fermo a Praia a causa di un’avaria, per cui non ha potuto prestare il servizio per cui era stato affittato.
Quindi, circa 150 passeggeri sono stati ospitati in vari alberghi di Bergamo per la notte, con la promessa che ci sarebbe stato un volo questa mattina.
Non so se poi questo volo ci sia stato e mi auguro di si, comunque è chiaro che la Compagnia di bandiera capoverdiana è ormai veramente alla frutta.
La TACV era al corrente del problema, per questo ha deciso di affittare un altro aereo, solo che con i potenti mezzi a disposizione, sicuramente avrà affittato l’ennesima carriola, che è andata immediatamente in avaria.
Intanto mi piacerebbe sapere quanto sarà costato alla compagnia dover affittare un’aereo e sistemare 150 persone in albergo … calcolando che già si tratta di un’Impresa in fallimento … ci si può rendere conto che di questo passo ci sarà posto solo per peggioramenti. Poi mi chiedo anche il perché dell’indisponibilità dell’aereo TACV che doveva partire ieri … nessuna spiegazione è stata fornita finora.
Per concludere direi che per essere un Paese che dice di puntare tutto sul turismo, sta decisamente ben messo!!!

http://www.oceanpress.info/cms/Pt/especial/sociedade/item/26298-italia-cerca-de-150-passageiros-retidos-em-hotel-devido-a-atraso-do-voo-da-tacv

barragem_faja Sull’isola di São Nicolau, dopo anni di lavori effettuati da una ditta portoghese, sarà inaugurata venerdì prossimo la diga di Fajã.
Risulta che la diga, costata più o meno 5.500.000 Euro, permetterà di immagazzinare circa 300.000 metri cubi di acqua che dovrebbero permettere l’irrigazione di 35 ettari di terreno, facilitando la vita di circa 200 agricoltori, nonché proporzionando diversi posti di lavoro.
Fin qui tutto bene, solo mi stavo chiedendo: ma l’acqua da immagazzinare … dove si prende? Perché se la vogliono riempire con la pioggia sarà dura!!! L’ultima volta che ha piovuto seriamente è stato nel 2009, poi per ben sei anni ci si è dovuti accontentare di qualche piccolo temporale nel mese di agosto. Queste pioggerelle annuali, vengono immediatamente assorbite dalla terra molto secca, che nel giro di pochi giorni ritorna asciutta come prima …
Devo precisare che io non me ne intendo affatto e spero quindi che ci sia un qualche modo di procurarsi questa benedetta riserva di acqua 🙂
Sarà interessante vedere cosa e come faranno e se le operazioni andranno a buon fine vi avviserò se vorrete venire qui a coltivare l’orticello 🙂

http://www.noticiasn.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1167%3Abarragem-da-faja-vai-ser-inaugurada-na-sexta-feira&catid=19%3Aactualidade&Itemid=25&utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook

Nuova Compagnia Aerea a CV

01897cc24a02a6df2bd96998045e58ea_XL E’ ormai ufficiale che la compagnia aerea Binter Canarias inizierà dal mese di settembre a collegare le isole di Capo Verde tra di loro.
Secondo il responsabile della compagnia spagnola, inizieranno con due aerei e faranno voli tra le isole di Santiago-Sal e S.Vicente per poi integrare la flotta con più aeronavi e arrivare a fare voli interni tra tutte le isole.
Notizia molto importante questa, perché ci fa sperare che riusciremo finalmente ad avere un servizio di collegamento tra le isole più decente ed anche perché verrà ad esistere una concorrenza tra due Compagnie. Non sarà più un monopolio della TACV, per cui anche i prezzi dovrebbero essere più contenuti.
Binter Canarias farà anche i voli internazionali naturalmente, vedremo se sarà più conveniente dell’altra compagnia iberica, la TAP che molti utilizzano ora per raggiungere Capo Verde via Lisbona.
Qualcosa si muove … e non si può che esserne contenti 🙂

http://www.oceanpress.info/cms/Pt/economia/item/25226-binter-garante-mais-de-quatrocentos-voos-semanais

Controvento

Per chi ama leggere ed ama Capo Verde, ho scoperto un libro grazie ad un amico che me lo ha regalato e che vale la pena leggere.
Il titolo è “Controvento”, l’autrice, la spagnola Angeles Caso.
E’ la storia vera di una ragazza nata e cresciuta in uno dei piccoli villaggi arroccati all’interno dell’isola di S.Nicolau.
Racconta le difficoltà, la povertà, i mille problemi della gente di Capo Verde, che come la protagonista che si chiama Sao, si arrabattano per vivere e sognano di emigrare. Qualcuno ce la fa e anche Sao ci riuscirà ma, anche all’estero la vita per questi emigranti non è semplice ….
E’ un libro coinvolgente, scorrevole da leggere e chi già conosce S.Nicolau, vi troverà rifermenti a tanti bellissimi posti dell’isola.
Lo trovate in libreria edizioni Marcos y Marcos, collana “Gli Alianti”, costa credo 14 Euro.
Buona lettura 🙂

Per informazione di tutti quelli che spesso mi chiedono della scuola capoverdiana, ecco il caso di una studentessa che dopo essersi diplomata al liceo qui a Capo Verde, è andata in Bolivia per frequentare l’università.
L’idea era quella di specializzarsi in Turismo e Alberghiera ed ha scelto la Bolivia essendo questo un Paese dove il costo della vita è ancora piuttosto basso in confronto a molti altri Paesi.
In Bolivia, senza richiedere grande documentazione l’hanno accettata e lei ha frequentato, ultimando gli studi alla fine del 2013. A questo punto però i boliviani si sono accorti che il suo diploma di liceo non era valido e la motivazione è che “esiste una differenza tra il sistema educativo Capoverdiano e quello Boliviano” … La Ragazza per non vedersi invalidare la laurea, ha dovuto iscriversi ad un liceo boliviano.
Sappiamo che la Bolivia è uno dei Paesi sudamericani più indietro e lo dimostra anche il fatto di aver iscritto all’università una straniera senza verificare la validità degli studi effettuati, malgrado ciò, il diploma capoverdiano non li soddisfa … possiamo immaginare come sarà in Europa o negli Stati Uniti …
L’articolo del giornale riferisce che non è solo la ragazza che è stata intervistata ad avere questo problema, ma la stessa cosa è successa a tutti gli studenti capoverdiani che si erano presentati.
Ho sempre detto che il livello di insegnamento è piuttosto basso e so di studenti che andando all’estero dopo il diploma, devono sostenere parecchi esami prima di poter avere ingresso all’Università.
Non stiamo parlando di una persona che voleva fare corsi universitari di ingegneria quantistica o di lettere antiche … stiamo parlando di scuola alberghiera e turismo …. se il diploma di scuola superiore pomposamente chiamato “liceo” non da la possibilità di fare un’alberghiera, a che diavolo serve andare a scuola? E soprattutto: quanto infimo può essere il livello scolastico in questo Paese?
Capo Verde ha estremo bisogno di gente preparata, per riuscire a migliorarsi in tutti i campi, spero che il Governo inizi a far qualcosa di serio per la scuola che è una necessità primaria!

http://estudante.sapo.cv/artigos/artigo/giselle-rodrigues-terminei-o-c-380358.html

Buon Viaggio Giusy

Vi ricorderete che qualche tempo fa scrissi la storia di un’italiana a Mindelo: Giusy Neirotti.
Purtroppo l’altra sera Giusy è stata colpita da un ictus e ci ha lasciati.
Era una persona dolcissima, gestiva la pensione Casa Comba in maniera impeccabile, sempre presente e pronta a soddisfare i clienti con mille attenzioni. Mancherà certo a moltissima gente, anche a quei turisti che tornavano periodicamente da lei e le si erano affezionati e non sono pochi. Casa Comba non sarà più la stessa cosa senza di lei.
Stava vivendo un bel momento dopo aver avuto ospite anche il figlio che da tanto tempo non vedeva, sembrava finalmente serena, dopo una vita piuttosto dura e costellata da problemi e, proprio adesso se ne è andata. La vita è a volte molto ingiusta!
Ti ricorderemo sempre Giusy, resti nel mio cuore e grazie per i bei momenti e le piacevoli chiacchiere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: