E’ da parecchio che ricevo messaggi dal Blog che mi ricordano che non sto scrivendo da tempo … e mi pregano di pubblicare un articolo.
La verità? Non ne ho tanta voglia, non saprei bene cosa dire perché gli argomenti sono stati trattati tutti quanti e chi ha voglia di cercarseli sul blog può trovare informazioni praticamente su tutto.
Mi limito a dare aggiornamenti su cose che eventualmente sono cambiate, ma ahimè
devo dirvi che non sta mica cambiando niente.
Ah si certo, magari vi interessa sapere che la Morna forse viene dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità … queste sono le cose che cambiano, di questo si rallegrano i capoverdiani.
Ma i trasporti? Marasma completo. Ma la gente senza casa e senza lavoro? Resta così. Ma le strade? Non ci sono ora come 10 anni fa. Ma la preparazione del personale addetto agli uffici pubblici? Da scarsa ad inesistente. Ma i prezzi dei voli? Continuano a salire. Ma i servizi di raccolta rifiuti? Montagne di immondizia ovunque. Ma l’educazione civica per insegnare ai cittadini che non si fa pipì per strada, non si sputa e non si lasciano i rifiuti ovunque? Niente. Ma il randagismo? Sempre uguale. Ma i prezzi? Tutti aumentati.
Bene, dopo 10 anni di vita in questo Paese, non ho visto onestamente grandi miglioramenti.
Io ci vivo benissimo, approfittando del clima eccezionale e dei luoghi splendidi, però vedo che le condizioni di vita sono sempre quelle.
E’ senza dubbio un piccolo paradiso per chi ci viene una settimana o due, è un posto spettacolare per le vacanze e non mi stancherò mai di consigliarlo, ma non è quel Paese in forte via di sviluppo che il Governo e i media locali dipingono.
Ecco perché non c’è molto da raccontarvi, sono stufa di parlare sempre del nuovo albergo o del nuovo resort che apriranno sulla spiaggia; abbiamo capito che ne apriranno ancora molti e non ci sarà nessun rispetto per l’ambiente e per il popolo capoverdiano; questa è la via intrapresa per il turismo.
Chi ha investito anni fa in appartamenti per affittarli, si sta lamentando perché prima di tutto le tasse sono aumentate e poi i prezzi dei voli sono alti ed è più facile per il turista andare in Villaggio turistico con il tutto compreso, spendono meno e alla fine se ne fregano se non vedranno la vera Capo Verde, l’importante sarà rilassarsi, stare su una bellissima spiaggia e al ritorno dire: Sono stato a Capo Verde …
Turisti ne arrivano parecchi, ma in giro per le cittadine non se ne vedono quasi, blindati nei resort non apportano neanche un centesimo ai bar, ai ristoranti, a qualunque tipo di attività gestita da capoverdiani o stranieri residenti, che devono campare sui pochi che vengono in appartamento ed escono a fare spesa oppure vanno a mangiar fuori qualche volta …
Il Blog si chiama Tra Sogno e Realtà. Il sogno 10 anni fa era che evolvendosi si trasformasse in un angolo di mondo ben gestito, dove un turismo sostenibile avrebbe apportato molto e rovinato poco, La Realtà oggi è quella che vi ho raccontato.
Veniteci comunque a vederlo, perché vi assicuro che ne vale la pena, venite a fare i bagni in mare al mese di dicembre e gennaio, per poi sdraiarvi al sole sulla sabbia bianca; venite a vedere il deserto o a scalare i verdi picchi di certe isole, o fate il surf o che so io, veniteci e vi piacerà. Porterete un po’ più di soldini rispetto a qualche anno fa quando tutto costava niente e vi renderete conto che una banana o un kilo di pomodori costano molto più che in Italia, ma tanto sarete già abituati ai prezzi alti e per una settimana non vi rovinerete 🙂
Colgo l’occasione per ringraziare tutti quelli che continuano a scrivermi anche se sono stata meno presente sul Blog. Continuate pure a chiedere le cose che vi interessano, sapete che io rispondo sempre con piacere sia alle e-mail che alla posta sulla pagina FB.
Ed ora sperando sempre che le cose cambino in meglio vi abbraccio dal mio Paradiso e mi accingo ad uscire con un paio di pantaloncini e una canottiera per una passeggiata con il mio cane. Questo è il bello di Cabo, il clima e la libertà.